di Andrea Monaci in ,

Ultimi sondaggi elettorali, Piepoli: «Un premier della Società Civile, ecco chi sceglierebbero gli italiani»


 

Farà discutere il sondaggio realizzato dall’Istituto Piepoli per conto di SkyTg24 secondo cui almeno il 45% degli italiani sceglierebbe il nuovo premier tra esponenti della società civile: ecco chi sono

Il 45% degli italiani sceglierebbe il nuovo presidente del consiglio tra gli esponenti della società civile, contro il 43% che invece lo vorrebbe tra i politici di professione o comunque iscritti ad un movimento politico. Farà certamente discutere il sondaggio realizzato dall’Istituto Piepoli per conto di SkyTg24 che ha chiesto ad un campione di italiani le preferenze rispetto al prossimo premier. Un po’ a sorpresa e in controtendenza rispetto ai sondaggi sulle intenzioni di voto ai partiti, sulla poltrona di Palazzo Chigi la maggioranza (anche se di poco e non assoluta) degli italiani vorrebbe un non politico.

Chi sono gli esponenti della società civile che gli italiani vorrebbero Premier

Ma chi sono gli esponenti della società civile che gli italiani vedrebbero bene come inquilini di Palazzo Chigi? Il sondaggio realizzato dall’Istituto Piepoli per SkyTg24 snocciola una serie di nomi, ben undici, molto differenti per caratteristiche e provenienza. C’è anche qualcuno che definire “esponente della società civile” è francamente difficile ma si sa, i sondaggi sono sondaggi e come tali vanno sempre presi con le pinze.

Ecco chi gli italiani apprezzerebbero come Presidente del Consiglio tra gli esponenti della società civile:

  • Emma Bonino (Ex Ministro)
  • Bianca Berlinguer (Conduttrice RAI)
  • Luca Cordero di Montezemolo (Presidente NTV)
  • Monica Maggioni (Presidente RAI)
  • Marina Berlusconi (AD Mondadori)
  • Lucia Annunziata (Conduttrice RAI)
  • Emma Marcegaglia (Presidente ENI)
  • Francesco Starace (AD Enel)
  • Letizia Moratti (ex Sindaco Milano)
  • Alain Elkann (Scrittore e Giornalista)
  • Fedele Confalonieri (Presidente Mediaset)

I nomi “impossibili”

Alcuni dei nomi sopraelencati appartengono alla categoria degli “impossibili”. Come Marina Berlusconi che dichiarò in tempi non sospetti il suo totale disinteresse per l’impegno diretto in politica. Così come quello di Fedele Confalonieri, sia per ragioni anagrafiche sia per la fedeltà al suo capo, Silvio Berlusconi, che si è già candidato a premier per il Centrodestra. Discutibile anche l’inserimento di Luca Cordero di Montezemolo tra gli esponenti della società civile: se è pur vero che di mestiere fa il manager d’azienda ed è attualmente presidente di NTV Nuovo Trasporto Viaggiatori (quello dei treni Italo, per intenderci), Montezemolo ha fondato un movimento politico (per poi abbandonarlo), Italia Futura: nel 2012 si schierò con i centristi di Mario Monti. Così come Emma Bonino resta prima di tutto un’esponente politica di primo piano, nonché ex ministro della Repubblica.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook