in ,

Ultimi sondaggi elettorali, SWG: Centrodestra al 37,6%, indecisi ancora oltre il 35%

Scenario politico ancora in divenire dagli ultimi sondaggi elettorali. Oggi vi parliamo della rilevazione di SWG, che ha fotografato le intenzioni di voto degli italiani sia nel proporzionale  sia nel maggioritario. Il quadro che emerge parla di un primato del Centrodestra ma la percentuale degli indecisi è talmente alta che l’esito finale delle urne del 4 marzo 2018 è tutto fuorché chiaro. Vediamo in dettaglio i risultati del sondaggio SWG svolto tra l’8 ed il 10 gennaio su un campione rappresentativo nazionale di 1500 soggetti maggiorenni.

Il voto proporzionale ai partiti

Nell’area di centrodestra Forza Italia fa segnare un balzo in avanti di quasi due punti rispetto alla rilevazione svolta da SWG lo scorso 21 dicembre. Il partito guidato da Silvio Berlusconi è al 16,7%, contro il 14,8% di venti giorni fa. La Lega di Matteo Salvini scende al 13,1% dal 13,7% di dicembre, mentre Fratelli d’Italia guadagna quasi mezzo punto, salendo al 5,7%. Infine Noi con l’Italia fa segnare l’1,6% ed il Movimento Animalista Italiano lo 0,5%.

Nel campo del centrosinistra il Partito Democratico fa un tonfo di due punti percentuali, scendendo al 23,1%, lontano anni luce da quel 40,8% rimediato alle Europee del 2014. La lista Civica Popolare di Beatrice Lorenzin è accreditata dell’1,4%, in lievissima crescita, mentre +Europa di Emma Bonino flette all’1,3% rispetto all’1,6% di venti giorni fa. Stabili la Lista Insieme di Verdi e Socialisti (allo 0,9%) e l’SVP allo 0,4%.

Tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

Tra i non alleati, il Movimento 5 Stelle secondo SWG oggi conquisterebbe il 26,7% dei consensi, un punto in più della rilevazione del mese scorso. Liberi e Uguali si assesta al 6,8%, due punti decimali in meno rispetto alla rilevazione del 21 dicembre scorso, mentre Potere al Popolo sarebbe allo 0,7%

Il voto nel maggioritario alle coalizioni

La coalizione di Centrodestra sarebbe quindi in testa con il 37,6% dei voti complessivi. Ma prima di sapere quali saranno i candidati nei collegi uninominali, che rappresentano il 38% dei seggi da assegnare in Parlamento, è praticamente impossibile fare proiezioni credibili per capire se la coalizione attualmente in testa nei sondaggi potrà avere anche la maggioranza in Parlamento. La distanza della coalizione guidata da Berlusconi da quella di Centrosinistra resta comunque molto elevata, oltre dieci punti. Punti di distanza che diventano undici se si mettono a confronto Centrodestra e Movimento 5 Stelle.

 

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Omicidio Crotone: 18enne freddato a colpi di pistola, presunto killer si costituisce

Concorsi vigili del fuoco 2018

Sesto San Giovanni, esplosione in una palazzina: si indaga sulle cause