in

Ultimi sondaggi elettorali, SWG: percentuali dei partiti al 4 luglio 2018

Come nel sondaggio pubblicato lo scorso 27 giugno SWG insiste nella linea che vede la Lega di Matteo Salvini primo partito, davanti al Movimento 5 Stelle seppur per un punto percentuale. E questo nonostante tra gli ultimi sondaggi elettorali ce ne sia più di uno che afferma il contrario, come ad esempio quello realizzato da Bidimedia solo due giorni fa. Insomma, tra i due alleati del governo gialloverde è una lotta all’ultimo sorpasso, attorno alla soglia psicologica del 30% dei voti. Molto distanti, invece, gli altri partiti con le ormai consuete difficoltà di Forza Italia e Partito Democratico. Ma vediamo nel dettaglio i risultati dell’ultima rilevazione svolta da SWG per conto di La7, con le intenzioni di voto per i partiti ad oggi, 4 luglio 2018.

Leggi anche –> Il Guardian: “Salvini eletto con i voti della ‘ndrangheta”

Ultimi sondaggi elettorali, SWG: percentuali dei partiti al 4 luglio 2018

 

Le percentuali dei partiti al 4 luglio 2018

Ecco dunque le percentuali dei partiti al 4 luglio 2018, registrate dal sondaggio SWG/La7: Lega 29,8%, Movimento 5 Stelle 28,7%, Partito Democratico 17,8%, Forza Italia 8,2%, Fratelli d’Italia 4,3%, Liberi e Uguali 2,7%, Potere al Popolo 2,1%, Altri partiti 4,3%. Il 31,8% degli intervistati non esprime la propria preferenza in caso di voto alle elezioni politiche oggi, 4 luglio 2018.

Ultimi sondaggi elettorali SWG 4 luglio 2018: le tendenze

Ultimi sondaggi elettorali SWG 4 luglio 2018: le tendenze

Secondo l’ultimo sondaggio SWG si conferma dunque la leadership leghista. Matteo Salvini, dopo il successo mediatico della kermesse di Pontida, guadagna ancora un decimale di punto rispetto all’analoga rilevazione di una settimana fa. Il Movimento 5 Stelle, invece, paga ancora pegno all’alleato di governo cedendo quattro decimali di punto. Insomma, è confermata la tendenza che vede una Lega più tonica rispetto ai pentastellati, nonostante l’attivismo di Di Maio sul fronte caldo del lavoro coronato dall’approvazione del Decreto Dignità. Un altro dato significativo rilevato da questo sondaggio è la crisi continua di Forza Italia, ancora in calo (-0,2%). Il movimento fondato da Silvio Berlusconi avrebbe bisogno di un ricambio generazionale e di un cambio di strategia comunicativa che per il momento non si vedono all’orizzonte.  Così come non si vede all’orizzonte una soluzione alla crisi di consensi per il Partito Democratico: secondo SWG se si votasse oggi i Dem perderebbero ancora un punto percentuale, sprofondando a livelli inimmaginabili anche solo un anno fa. Crisi aggravata anche dalla pessima prestazione degli alleati, così irrilevanti secondo l’ultimo sondaggio SWG da essere confinati nella categoria “Altri partiti”.

Leggi anche —> Ultimi sondaggi elettorali: Bidimedia 2 luglio 2018

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Rimborso bollette a 28 giorni: chi riguardano, come ottenerli e quando si avranno (GUIDA COMPLETA)

Daniele Bossari gossip news, la sua ‘amante’ lavora per il Milan? Lo scoop di Signorini