in

Ultimi sondaggi elettorali, Tecnè: crescono M5S, Lega e Centristi, immigrazione “problema” per il 31% degli italiani

Gli ultimi sondaggi elettorali continuano a delineare con maggiore chiarezza lo scenario elettorale in vista del voto del prossimo 4 marzo 2018. Tra le rilevazione pubblicate nelle ultime ore c’è quella svolta da Tecnè per conto di RTI Italia. Le domande fatte al campione statistico preso in considerazione – 1.003 casi, totale contatti 3.914 (100,0%), rispondenti 1.003 (25,6%), rifiuti/sostituzioni 2.911 (74,4%) – non hanno riguardato le sole intenzioni di voto ma anche i temi su cui più si discute in queste ore, a partire da sicurezza e immigrazione.

Ultimi sondaggi elettorali

Immigrazione, è un problema per il 31% degli italiani

Nella prima parte del sondaggio Tecnè ha interrogato il campione sulle priorità percepite dagli elettori in questi giorni di campagna elettorale per le elezioni politiche, con particolare riferimento alle questioni immigrazione e sicurezza. “Quali sono, secondo lei, i principali problemi dell’Italia?”. A questa domanda il 31% del totale del campione ha risposto “l’immigrazione”. Questa percentuale sale considerevolmente tra gli elettori del Centrodestra, arrivando ben al 56%. Nel Centrosinistra la percentuale scende al 18%, mentre tra gli elettori di LeU è al 19%. Infine, tra gli elettori del Movimento 5 Stelle la percentuale di persone che percepisce l’immigrazione come un problema è del 20%.

Consulta tutti i sondaggi elettorali su UrbanPost

Le intenzioni di voto per le coalizioni

Queste invece le intenzioni di voto per le coalizioni registrate dal sondaggio di Tecnè. Il Centrodestra nel complesso avrebbe il 39,3% dei consensi, in crescita di tre punti decimali rispetto all’identica rilevazione dello scorso 29 gennaio. Il Movimento 5 Stelle passerebbe dal 27,8% al 28%, mentre il Centrosinistra sarebbe in calo dal 25,9 al 25,7%. Infine Liberi e Uguali sarebbe in calo dal 6,2 al 5,7% mentre crescerebbe di due decimali, dall’1,1% all’1,3% il voto agli altri partiti.

Il voto ai partiti nel proporzionale

Anche le intenzioni di voto nel proporzionale rilevate dal sondaggio Tecnè confermano la tendenza del voto maggioritario. La forza politica che al momento ha la maggioranza dei consensi è il Movimento 5 Stelle, con il 28%, in crescita dello 0,2%. Segue il Partito Democratico con il 22,1% in lieve calo rispetto alla precedente rilevazione. Quindi Forza Italia che sarebbe al 18,3%, con intenzioni di voto invariate rispetto ad una settimana fa. Crescono invece i consensi per la Lega, dal 12,8 al 13,2%, mentre risultano in calo Liberi e Uguali (5,7%, -0,5%) e Fratelli d’Italia (5,1%, -0,2%). Lieve crescita invece per Noi con l’Italia, che passa dal 2,8 al 2,9% e per gli altri partiti (di Centrosinistra e Centrodestra), che passerebbero dal 3,2 al 3,3%, mentre +Europa sarebbe stabile all’1,6%.

>> Speciale Elezioni Politiche 2018

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

pamela uccisa e fatta a pezzi

Morte Pamela news, due nuovi sospetti: prende piede ipotesi omicidio di gruppo

Stipendio insegnanti in Italia 2018

Stipendio insegnanti 2018 in Italia: quanto guadagna chi lavora nel mondo della scuola?