in

Un recruiter su tre assume in base al dress code: qual è il look da uomo adatto per un colloquio?

A dispetto di quanto si possa credere, un curriculum vitae interessante e formalmente impeccabile non è l’unico ingrediente necessario per avere successo durante un colloquio: è bene sapere che i recruiter non considerano solo ed esclusivamente il titolo di studi, le esperienze professionali e le “skill”, ma anche il modo in cui ci si presenta al colloquio di lavoro. Secondo un’indagine condotta dalla società di recruiting TheLadders, infatti, il 37% dei recruiter assume un candidato basandosi sul look e sull’estetica. Un ulteriore dato interessante viene fornito dagli studi portati avanti dalla Northwestern University, secondo i quali nelle persone si attiverebbe un meccanismo mentale noto come “enclothed cognition”, che permette di modificare la percezione che abbiamo di noi stessi a seconda dei vestiti che indossiamo. Se per le donne la cura del look è quasi una regola quotidiana, gli uomini potrebbero sentirsi disorientati, avendo bisogno di qualche dritta. Cos’è meglio indossare o evitare in sede di colloquio, dunque?

Abbigliamento maschile per un colloquio: qualche consiglio

La prima regola è essere eleganti, la seconda regola è non eccedere con ricercatezze e sfarzi: bastano pochi abiti e accessori di un certo tono per dare spessore a un outfit da colloquio. La giacca ad esempio non dovrebbe mai mancare, così pure la cravatta, accessorio poco impegnativo che viene però tenuto in grande considerazione dai selezionatori; anche con la camicia bianca, capo basic per eccellenza, si va sempre sul sicuro. Attenzione anche all’abbinamento con dei pantaloni adeguati (sempre insieme alla cintura) e un bel paio di scarpe stringate. L’armadio piange? Niente paura, si può sempre ricorrere a negozi online come yoox.com e scegliere tra gli abiti da uomo disponibili, evitando così di fare brutte figure proprio in sede di colloquio.

Cosa lasciare nell’armadio

Così come esistono capi sempre vincenti, esistono anche abiti e accessori che in questi casi è meglio lasciare nell’armadio, in attesa di eventi più adatti. Quali sono, dunque, i capi da evitare assolutamente per un colloquio di lavoro? In primis tutti i vestiti sportivi, insieme a scarpe troppo informali come le sneakers, jeans strappati e qualsiasi capo macchiato o sdrucito. Se un look eccessivamente rilassato può apparire fuori luogo, anche uno stile troppo elegante potrebbe essere inadatto in occasione di un colloquio di lavoro. Il trucco sta sempre nel capire con che tipo di azienda ci si interfaccerà: se l’ambiente è giovane e dinamico potrebbe bastare anche un look semplice e casual, mentre un contesto più formale pretenderà sicuramente un aspetto curato e chic.

Altri consigli utili per un outfit adatto a un colloquio

Un look curato e gradevole è sicuramente importante in questi casi, ma la pulizia e la cura del corpo sono fondamentali per fare una buona impressione ai recruiter e al datore di lavoro. Anche in questo caso è fortemente sconsigliato esagerare: meglio non abusare di deodoranti e profumi, per non stordire i nostri interlocutori. Anche barba e capelli vanno curati in maniera maniacale: no a tagli strani e acconciature eccentriche, sì invece a un look misurato ed elegante. Infine, è sempre il caso di evitare accessori troppo appariscenti, vestiti attillati e, in generale, indumenti nei quali non ci si sente a proprio agio.

johnny depp compleanno

Johnny Depp oggi: irriconoscibile e sciupato, la foto che spaventa i fan

CARABINIERI SPARATORIA NEL REGGINO

Sparatoria nel Reggino: un morto e due feriti