di Andrea Monaci in ,

Usain Bolt, ultima gara: l’addio vincente del “fulmine” jamaicano fermato dai crampi [VIDEO]


 

Usain Bolt, il “Fulmine della Jamaica”, fermato dai crampi nella gara di commiato ai Mondiali di atletica a Londra

Dopo la bruciante sconfitta nei 100 metri piani, disciplina in cui ha vinto quattro volte l’oro mondiale, Usain Bolt esce a testa bassa anche dall’ultima gara dei suo ultimi campionati mondiali di atletica, la staffetta 4×100. Nella sua frazione cerca di forzare per recuperare il distacco dall’americano Coleman ma finisce per infortunarsi. “Crampi”, è la versione ufficiale della federazione atletica jamaicana.

«Non è stato un infortunio grave, a fermarlo sono stati i crampi che gli sono venuti alla gamba sinistra», ha detto il medico della nazionale giamaicana Kevin Jones. «Il dolore? Usain ne ha sentito tanto per la delusione di aver finito in quel modo, e per aver perso – ha detto ancora il medico della Giamaica – Le ultime tre settimane per lui sono state molto dure, e noi lo sapevamo. Ora gli auguriamo il meglio».

La vittoria nella staffetta 4×100 va a sorpresa alla Gran Bretagna, ma il pubblico non esulta. Dopo un lungo “Oooh” che ha accompagnato la caduta di Bolt, la delusione avvolge lo stadio fino a che il “Fulmine” non si rialza da solo e lascia la pista senza bisogno di ricorrere alla barella. Nessuna lacrima ma nemmeno un sorriso da parte di Bolt, un addio davvero amaro per il campione jamaicano: per lui lo stop arriva ad un passo dalla dodicesima medaglia iridata.

Usain Bolt ultima gara

Usain Bolt, 31 anni da compiere tra qualche giorno, è campione olimpico in carica dei 100 metri piani, dei 200 metri piani e della staffetta 4×100 metri. Nonostante la sconfitta nell’ultima 4×100, Bolt continua a detenere i primati mondiali, stabiliti ai Mondiali di Berlino 2009 (100 e 200 m) e ai Giochi olimpici di Londra 2012 (4×100 m). Di tutte e tre le specialità è stato più volte campione mondiale ed è l’unico atleta nella storia ad avere vinto la medaglia d’oro nei 100 m e nei 200 m in tre edizioni consecutive dei Giochi olimpici, nel 2008, 2012 e 2016.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanCalcio

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...