di M.B. Michela in , ,

Val d’Aosta valanga strada Cogne, di nuovo isolata Cervinia: la situazione


 

Val d’Aosta valanga strada Cogne, di nuovo isolata Cervinia: la situazione. Allarme slavine massimo nelle prossime ore, i dettagli

cogne cervinia isolate per valanghe

Val d’Aosta allarme valanghe: sulla sulla strada regionale di Cogne, la strada è bloccata. La massa di neve è scesa all’altezza della frazione di Epinel, e da pochi minuti la nota località turistica valdostana è isolata. Sono in corso le operazioni dei vigili del fuoco per rimuovere la valanga dalla sede stradale. Il Comune di Valtournenche ha deciso di chiudere a scopo precauzionale la strada regionale 46, vicino all’abitato di Valtournenche, in località Singlin. Si tratta dell’unica via di collegamento per raggiungere la località alpina. “Abbiamo deciso di chiudere la strada regionale per precauzione a causa del pericolo valanghe, martedì faremo ulteriori valutazioni”, ha detto il sindaco motivando la sua decisione.

Leggi anche: Meteo, neve al Nordovest: allerta per Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia

Il commissario di Valtournenche, Sara Bordet, ha disposto la chiusura di due parcheggi e della circonvallazione di Cervinia, ordinando per domani la chiusura delle scuole elementari, materne e dell’asilo nido. E’ infatti troppo alto il rischio di valanghe. Al momento anche Cervinia, dove sono presenti 5mila turisti, è isolata. La valanga che ha coperto la strada regionale per Cogne è alta 7-8 metri ed lunga circa 15 metri. Al lavoro gli operatori impegnati nello sgombero della strada. “Contiamo di creare un varco per consentire il deflusso di coloro che devono scendere a valle e la salita delle auto dirette a Cogne, dopodiché la strada sarà nuovamente chiusa per tutta la notte considerato il pericolo che incombe dai pendii sovrastanti, ancora carichi di neve”, lo ha detto l’assessore comunale Andrea Celesia. Sempre a causa dell’alto rischio valanghe circa 100 persone, molti dei quali sono turisti, sono state evacuate da Champoluc, in Val d’Ayas.

In Piemonte continua l’allerta valanghe: il pericolo di slavine sale al livello massimo, il grado 5 della scala europea. A causa della neve molto abbondante e di tipo umido, riferisce il bollettino valanghe di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale), il massimo rischio è previsto la notte e la mattinata di martedì 9 gennaio. “Sono attese valanghe spontanee di grandi dimensioni dai siti che non si sono ancora scaricati”, recita il bollettino meteo. Il rischio massimo va dalle Alpi Graie alle Pennine, nel resto dell’arco alpino pericolo di grado 4 (“forte”).

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook