di Andrea Monaci in ,

Valentino Rossi operato nella notte: «Voglio tornare in moto prima possibile»


 

«Voglio tornare in moto prima possibile». Sono state queste le prime parole del pluricampione di MotoGP Valentino Rossi, operato nella notte dopo una frattura a tibia e perone rimediata ieri in allentamento

«Voglio tornare in moto prima possibile». E’ fiducioso Valentino Rossi, dopo l’operazione a cui è stato sottoposto nella notte per ridurre la frattura a tibia e perone rimediata ieri mentre si allenava con l’Enduro. Il “dottore” è stato operato nella notte all’ospedale delle “Torrette” ad Ancona, e non a Rimini come si era appreso in precedenza. Un vero e proprio depistaggio per allontanare i cronisti e mantenere la privacy del pluricampione di MotoGP.

Valentino Rossi operato: l’intervento ad Ancona

Valentino Rossi è stato operato nel reparto di Ortopedia di Ancona dal primario Raffaele Pascarella. L’intervento è stato eseguito tra le 2 e le 3 del mattino. La Yamaha,il, team del “Dottore”, ha poi precisato in un comunicato che «le fratture sono state fissate usando un perno metallico – un chiodo intramidollare bloccato – senza alcuna complicazione. Ulteriori bollettini medici verranno rilasciati in seguito».

Valentino Rossi operato: «Voglio tornare prima possibile»

Ma è lo stesso Valentino Rossi a rassicurare fan e tifosi preoccupati per l’ennesimo infortunio. «L’operazione è andata bene – ha detto il campione di MotoGP – Stamattina, quando mi sono svegliato, mi sono sentito già bene. Voglio ringraziare lo staff degli Ospedali Riuniti di Ancona, e in particolare il dottor Pascarella che mi ha operato. Mi dispiace molto per l’incidente, ma ora voglio tornare in moto il prima possibile. Farò del mio meglio perché ciò accada».

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanCalcio

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...