in

Varietà, Rai1 ci riprova con Max Giusti

Il varietà, storicamente appuntamento del sabato sera di Rai1 da ormai un paio d’anni è diventato il “grande assente” della programmazione non solo della prima rete ma di tutta la televisione, eccezion fatta per i one man show di Fiorello e di Panariello ormai diventati sinonimi di varietà e di evento, cosa che ormai stava per portare i telespettatori a cercare altrove per evitare i talent, i reality e la tv del dolore.

Qualcuno in Rai ha voluto andare controcorrente, tra questi Max Giusti che avendo a disposizione la possibilità di fare uno show in prima serata su Rai1 si è messo in testa di riportare un varietà e questo gli è stato permesso grazie al suo contratto e grazie all’ex direttore di Rai Intrattenimento ora direttore di Rai1 Giancarlo Leone. Inoltre il nuovo varietà di Rai1, a differenza di molti programmi d’intrattenimento, è prodotto dentro la Rai, non è un format e non è realizzato con produttori esterni.

Finalmente il varietà è tornato, e non come evento ma come appuntamento. Gli ascolti hanno premiato la prima puntata del varietà di Max Giusti con 4.416.000 telespettatori con un share pari al 17,58% pareggiando con lo show di Canale5 “The illusionist – La grande magia”, spostato per l’occasione al venerdì per evitare Servizio pubblico con ospite Silvio Berlusconi. Buona la prima ma bisogna vedere come si evolverà il varietà nelle prossime settimane.

Max Giusti fa fatica a condurre il varietà ma bisogna riconoscergli il fatto che sta facendo un genere di show che ormai si vedeva solo nei programmi di montaggio come Da Da Da e TecheTecheTè, lo sforzo lo riesce a supportare grazie al cast, agli ospiti, agli autori e al regista. Nella prima puntata, per quanto riguarda il cast, Donatella Finocchiaro e Laura Chiatti, due donne provenienti dal mondo del cinema, si sono mostrate in grado reggere i ritmi televisivi.

Enrico Brignano

Gli ospiti si sono prestati al “gioco” di Giusti, nella prima puntata erano Enrico Brignano, Sergio Castellitto e Simone Cristicchi, gli autori tra questi il regista Giovanni Veronesi che debutta nel mondo televisivo e il regista Cristiano D’Alisera che, già regista dell’ultimo show di Fiorello, porta la sua esperienza nella scommessa di Rai1, quella di riportare il genere del varietà, in modo da evitare che il genere venga archiviato dalla prima rete. La prima puntata è andata bene, ma come si sa bisogna aspettare la terza puntata per vedere se “i nostri eroi” ci sono riusciti oppure no.

Written by Tommaso Tiepolo

Nato a Mirano (VE), classe 1993.

Blogger, studente, atleta, fotografo e sbandieratore. Appassionato di televisione, un piccolo curriculum che va da: analista del programma RAI Tv Talk, stagista a Rete Veneta come montatore e cineoperatore, autore per il sito Fanpage e adesso blogger per Urban Post.

Ogni tanto bazzica per Rai2 a L'ultima parola, dove partecipa all'anteprima web e in trasmissione come pubblico; non solo preferisce andare come semplice spettatore a Quelli che trasmissione preferita da quando a condurla c'è Victoria Cabello.

Il suo sogno? Fare la televisione!

Sondaggi elezioni politiche 2013 Senato

Sondaggi elezioni politiche 2013, Senato: la battaglia per la Lombardia

Crisi economica: l’84% degli Italiani nel 2013 vede “nero”