in

Veronica Panarello processo oggi, difesa: “Quello di Lorys un delitto senza movente”

Omicidio Loris Stival, processo d’appello Veronica Panarello: oggi 10 maggio presso la Corte d’assise d’appello di Catania è stata la volta della difesa della donna, condannata in primo grado a 30 anni di reclusione per l’omicidio del figlio e l’occultamento del suo cadavere. L’avvocato Francesco Villardita ha parlato per 4 ore, un’arringa che si è interrotta poco fa e che riprenderà il prossimo 6 giugno.

processo loris 3 ottobre

Prima che l’udienza avesse inizio, il legale della Panarello aveva parlato ai microfoni di Mattino 5 anticipando alcuni dei contenuti chiave della sua strategia difensiva: cercare di convincere la Corte che dell’innocenza della sua assistita. Anche se la sua ipotesi – ovvero che a macchiarsi del delitto del bambino, avvenuto a santa croce Camerina (Ragusa) il 29 novembre 2014, sarebbe stato suo suocero Andrea Stival – non solo a d oggi non ha prodotto alcun riscontro oggettivo, ma è stata radicalmente respinta dal giudice di primo grado, Andrea Reale, che ha reputato Stival completamente estraneo al delitto.

veronica panarello arresti domiciliari

Potrebbe interessarti anche: Loris Stival news nonno indagato: l’inchiesta su Andrea Stival sarà archiviata

“La sentenza copre dei vuoti logici, con argomentazioni né tecniche né scientifiche” – così Villardita – ha spiegato il legale – “Non può esistere un processo di omicidio di tale natura senza un movente. E non abbiamo neanche uno stato di incapacità psicologica o psichiatrica di Veronica Panarello, a cui non sono state riconosciute neanche le attenuanti generiche, a prescindere da quello che avrebbe fatto. E cercheremo di dimostrare che non l’ha fatto”. Veronica Panarello come sempre ha presenziato in aula, “ma non credo che parlerà”, ha anticipato Villardita. La redazione online di Quarto Grado sulla pagina Facebook ha aggiornato in diretta lo svolgimento dell’udienza: “Dopo quattro ore di arringa dell’avvocato Villardita, si interrompe l’udienza di oggi in Corte d’Assise di Appello, a Catania. L’avvocato di Veronica terminerà il suo lungo intervento il prossimo 6 giugno”.

 

Omicidio Sara Di Pietrantonio: fidanzato condannato a 30 in appello, in primo grado gli fu dato l’ergastolo

Quest’uomo ha mangiato trentamila hamburger e sta ancora bene [VIDEO]