di Corinna Garuffi in , ,

Visita fiscale Inps 2017: orari, assenza e sanzioni, info per dipendenti pubblici e privati



 

Sapete tutto sulle visite fiscali dell’Inps, quali sono le fasce orarie e se possono essere disposte nei giorni festivi? Ecco le informazioni utili per tutti i lavoratori, pubblici e privati

Visita fiscale Inps per malattia orari e sanzioni

Siete in malattia ma non sapete se e quando i medici incaricati dall’Inps possano presentarsi alla vostra abitazione per una visita fiscale? La prima informazione utile a tutti è che l’Inps ha il compito “di verificare lo stato di incapacità temporanea al lavoro di un lavoratore pubblico o privato assente per malattia tramite i medici iscritti nelle liste speciali previste dai decreti ministeriali”.

Da chi è disposta la visita fiscale?

Il controllo può essere disposto a campione dall’Inps o ancora dal datore di lavoro, nel caso di dipendenti privati in malattia, con spese a suo carico. Nel caso lavoriate come dipendenti pubblici, sarà l’amministrazione a disporre una visita se siete assenti la giornata precedente o successiva a un giorno non lavorativo; in tutti gli altri casi, la richiesta della visita è lasciata alla discrezionalità dell’amministrazione. Nel certificato rilasciato dal medico fiscale viene comunque specificato se la visita è stata disposta dall’Inps o dal datore di lavoro/amministrazione.

Lavoratori privati e pubblici: gli orari di visita fiscale

I lavoratori del settore privato hanno l’obbligo di reperibilità secondo le seguenti fasce orarie: dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle ore 17:00 alle 19:00. Diverse le fasce orarie di reperibilità previste per i lavoratori pubblici, ovvero dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00. In entrambi i casi l’obbligo di reperibilità vale anche nei giorni festivi e prefestivi: pertanto la visita fiscale può avvenire anche il sabato e la domenica, fermo restando gli orari previsti per legge.

Quali sono le sanzioni per chi non è a casa nel momento della visita

Se il lavoratore non viene trovato presso l’indirizzo indicato sul certificato di malattia, viene convocato presso la ASL nel giorno e nell’orario comunicato dal medico fiscale per giustificare la propria assenza. Nel caso in cui il lavoratore non si presenti alla visita ambulatoriale, l’INPS ne dà comunicazione al datore di lavoro, invitando il lavoratore a fornire le proprie giustificazioni entro 10 giorni. Cosa succede? In caso di assenza ingiustificata, il lavoratore perde il diritto all’indennità per i primi 10 giorni di malattia; se anche la seconda convocazione viene ignorata dal lavoratore, lo stesso si vedrà ridurre l’indennità di malattia del 50% per il restante periodo di malattia.

Assenza giustificata e ingiustificata: in quali casi?

Ci sono alcuni casi in cui l’assenza del lavoratore ammalato viene giustificata, come ad esempio quando il lavoratore si sottopone a un trattamento medico nelle fasce di reperibilità (di cui bisognerà dare comunque comunicazione al datore lavoro e che dovrà essere comprovato da un certificato). Giustificata anche cause di forza maggiore o che evitino conseguenze gravi per se o per i propri familiari. Infortunio sul lavoro, cure salvavita e ricoveri presso strutture sanitarie implicano l’esonero dalla visita fiscale. Attenzione: malfunzionamento del citofono, disattenzione (non aver sentito il campanello), indirizzo sbagliato e commissioni urgenti non giustificano la vostra assenza dal domicilio.

Cosa fare se dovete cambiare indirizzo di reperibilità durante la malattia

Non trascorrete il periodo di malattia nell’abitazione in cui risiedete, ma magari a casa dei genitori? E’ importante sapere che il lavoratore che si trova nella necessità di dover modificare il proprio indirizzo di reperibilità durante il periodo indicato dal certificato deve darne comunicazione, con congruo anticipo, sia al datore di lavoro sia alla struttura territoriale Inps competente, attraverso uno di questi canali:

  • Contact Center Multicanale al numero verde 803.164;
  • Via mail all’indirizzo medicolegale.NOMESEDE@inps.it;
  • Fax: inviando specifica comunicazione al numero di fax della struttura territoriale.

In apertura: foto di Mojpe/Pixabay.com

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook