in

Vivere a Verona: ecco com’è e cosa fare nella “città dell’amore”

Scelta da Shakespeare come sfondo della sua più celebre tragedia, Verona è un capoluogo di provincia con oltre 250mila abitanti nonché la seconda più grande città del Veneto dopo Venezia. Dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO per la sua struttura urbana e per la sua architettura, Verona vanta la particolarità di aver subito una continua trasformazione da duemila anni a questa parte. Girovagando per la città è possibile ammirare diversi stili architettonici: non è infatti difficile imbattersi in strutture di epoca romana – quale ad esempio la celebre Porta Borsari – ma anche in edifici del celebre periodo scaligero, veneziano o austriaco. Ma com’è la Verona di oggi? La città è oggi uno dei centri urbani più importanti del nord Italia, sito culturale per eccellenza ma anche importantissimo polo industriale insieme al resto della regione Veneto.

Negli anni, Verona è stata associata sempre di più alla città dell’amore in quanto – come anticipato – è lo sfondo della tragedia di Shakespeare “Romeo e Giulietta”. Una delle attrazioni principali della città è rappresentata quindi proprio dalla “Casa di Giulietta”, uno dei luoghi in cui si sarebbe svolta la vicenda narrata dal celebre autore inglese. Meta di moltissimi turisti durante tutto il corso dell’anno, la presunta casa di Giulietta Capuleti si trova poco distante dalla celebre Piazza delle Erbe. Ovviamente, questa non è l’unica attrazione di Verona: tra le più celebri ricordiamo anche l’Arena di Verona, un anfiteatro romano collocato in pieno centro città nonché quello con il miglior grado di conservazione.

Per chi è alla ricerca di case in vendita a Verona, però, la domanda è solo una: dove acquistare casa nella città dell’amore? La risposta, come spesso accade, dipende dalle esigenze personali. Il centro città rappresenta sicuramente una scelta vincente per chi vuole godere quotidianamente delle bellezze artistiche e architettoniche di Verona, anche grazie alla quasi totale assenza di traffico dovuta all’ampia area a traffico limitato. Da non escludere è infine anche la possibilità di cercare casa nella prima periferia di Verona: i paesi limitrofi alla città, infatti, rappresentano un punto strategico sia per chi lavora nei dintorni – in città o provincia – sia per i bambini e ragazzi che devono recarsi giornalmente a scuola. Sebbene lontani dal cuore della città dell’amore, infatti, i paesi nei dintorni di Verona garantiscono la possibilità di raggiungere il centro città senza problemi, sia in automobile sia con i mezzi pubblici.

Coppie, chi posta troppi dettagli della sua relazione è inscuro nel rapporto

Coppie: chi posta troppi particolari della sua relazione è insicuro nel rapporto

Antonio Cassano Calciomercato Crotone

Verona, Antonio Cassano annuncia il ritiro: “Troppa nostalgia”