in ,

Vuoi Scommettere, l’omaggio a Fabrizio Frizzi: il commosso saluto di Michelle Hunziker

Ultima puntata per Vuoi Scommettere, programma di Canale 5 diretto da Michelle Hunziker con la figlia Aurora Ramazzotti. La quinta e ultima puntata andata in onda ieri vince la serata con 3.211.000 spettatori (pari al 16.3% di share) e batte la replica di “Don Matteo” su RaiUno che ottiene 2.970.000 spettatori (pari al 14.5% di share). Ma il programma di scommesse di Canale 5 di fatto registra un risultato molto simile a quello di una settimana fa quando si fermò al 16,7% di share pari a 2.987.000 telespettatori che testimonia un calo di consensi rispetto all’esordio: 23% e oltre 4.000.000 di spettatori. Intanto, la Hunziker annuncia la seconda edizione e ricorda il compianto Fabrizio Frizzi. 

Vuoi Scommettere, l’omaggio a Fabrizio Frizzi

La sua foto che appare sullo schermo, l’applauso che sorge spontaneo da tutto il pubblico e un dolce ricordo che ha commosso tutti. E’ così che Michelle Hunziker ha voluto rendere omaggio a Fabrizio Frizzi, collega e amico venuto a mancare il marzo scorso, durante l’ultima puntata di “Vuoi Scommettere?”. “E’ lui che ha portato questo programma e l’ha fatto diventare grande in Italia: Fabrizio ti vogliamo bene”, parole sentite e gentili, così com’era il conduttore tanto amato dal pubblico. Tutti gli applausi dello studio sono per lui a cui Michelle rivolge un ultimo: “Ciao Fabrizio”.

Chiambretti contro Michelle Hunziker

“Siamo veramente di fretta, avete visto l’ora? Non so se vi rendete conto – ha esordito il conduttore – Purtroppo immagino che la signora Hunziker prima di noi si sia allargata un po’ troppo col suo programma di scommesse. Forse la scommessa era proprio su di noi, qualcuno avrà puntato sulla domanda: ma quelli anche a mezzanotte e mezza vanno in onda? Certo che andiamo in onda. Anche all’una e quarantotto”.

Si mostra in spiaggia così ma viene presa in giro da una coppia di genitori a causa del suo corpo. Ma lei si “vendica” in questo modo

Governo Conte riforme, Giulia Grillo: “Così cambieremo la Sanità”