in ,

WWE Raw, Braun Strowman schiaccia Kane sotto il tavolo di commento: necessario l’intervento dei medici

Questa notte è andato in onda un nuovo episodio di WWE Raw, ventiquattro ore dopo il PPV Royal Rumble 2018. Nell’episodio dello show rosso si sono tenute le qualificazioni per il match di Elimination Chamber 2018, prossimo PPV in programma. Il primo incontro è stato quello tra Braun StrowmanKane, i due wrestler sconfitti da Brock Lesnar nel match della Royal Rumble 2018. L’incontro era un Last man standing, ma Strowman ha preso troppo sulla parola il general manager. Il match, infatti, è durato pochi minuti, perché il mastodontico wrestler ha letteralmente schiacciato Kane sotto il tavolo di commento.

Per The Big Red Machine è stato necessario l’intervento dei medici e per lui si prevede un lungo stop. Nel backstage, il general manager Kurt Angle ha rimproverato Braun Strowman, ma il wrestler si è giustificato dicendo che il match era un Last man standing e dunque era consentito tutto. Strowman ha aggiunto anche che, dopo aver vinto ad Elimination Chamber 2018, il gm dovrà ufficializzare il match tra lui e Brock Lesnar a Wrestlemania 34 in un Last man standing matchBraun Strowman ovviamente non è nuovo a questi atti di violenza e già in precedenza era stato allontanato dalla federazione.

Gli altri qualificati per il match di Elimination Chamber 2018 sono Elias Samson e John Cena, i quali hanno vinto i rispettivi match con Matt Hardy e Fin Balor. Un altro wrestler che dovrebbe aggiungersi presto è Roman Reigns, che questa notte ha perso il rematch con The Miz per il titolo intercontinentale.

Written by Vincenzo Mele

Nato a Napoli il 13 Agosto 1996, si è diplomato al Liceo Classico Adolfo Pansini, in Napoli. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere moderne all'Università Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Si occupa di sport, tv e gossip.

cornuda omicidio sofiya

Omicidio Sofiya Melnyk news: il suo cellulare custode di molti segreti, ma è introvabile

Ema a Milano? L’Italia ci crede: pronto il ricorso