in ,

10.000 assunzioni di forze dell’ordine e infermieri nel 2017: parola di Matteo Renzi

Buone notizie per il turnover? A quanto pare sì: il premier Matteo Renzi, intervenuto a margine di un convegno dell’Anci a Bari, ha fatto riferimento alle maxi-assunzioni che avverranno a partire dall’anno prossimo. 10mila unità, tra forze dell’ordine, infermieri e forse medici: una manovra che potrebbe aiutare i comparti del lavoro che in questo momento stanno soffrendo maggiormente sia a causa dei vuoti d’organico che dell’innalzamento dell’età media degli addetti ai lavori. Oltre a non sottrarre soldi alla sanità, le misure allo studio garantiranno investimenti sull’edilizia scolastica “fuori dal Patto di Stabilità”, incentrandosi su due parole chiave: “bisogno e merito”.

Il premier, dunque, auspica la possibilità che si tornino a fare i concorsi, almeno tra forze ordine e appunto infermieri “perché possano essere immediatamente banditi i posti”.

Ma Renzi si augura anche che i dipendenti pubblici tornino a sentire l’orgoglio di essere italiani, abbandonando la filosofia “checcozaloniana” dell’impiegato pubblico. Con la consapevolezza che per raggiungere questo obiettivo è necessario sbloccare i contratti.

Un altro intervento annunciato sarà l’abolizione di Equitalia e la creazione di un modello differenziato di agenzia.

In apertura foto di Francesco Pierantoni (This file is licensed under the Creative Commons Attribution 2.0 Generic license)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Citta italiane da visitare in autunno

5 città italiane da visitare in autunno: da Taormina a Pitigliano, l’armonia dei colori caldi

Champions League

Chi è Moise Kean, il baby-gioiello della Juventus che sogna in grande