in

10 cose da non fare il primo giorno di lavoro

Avete superato tutti i colloqui conoscitivi e di selezione e siete stati appena assunti in azienda? Non sapete bene come comportarvi e non avete confidenza con il nuovo ambiente lavorativo? Ecco allora 10 cose da non fare il primo giorno di lavoro.

Non bisogna dare mai del tu il primo giorno: a meno che non vi venga richiesto dagli altri colleghi o dal vostro capo, è sempre buona educazione mantenere un assetto formale durante le conversazioni dando del lei.

All’inizio bisogna accontentarsi degli strumenti che abbiamo: il computer non è di ultima generazione? Stessa cosa il telefono? Va bene così, meglio evitare di sembrare persone lamentose il primo giorno di lavoro.

Non imporre subito le proprie idee o opinioni: è risaputo che il primo giorno di lavoro coincide con una parziale chiusura in se stessi, questo non è solo normale, ma è una pratica che va seguita per evitare di sembrare subito delle persone polemiche.

Fare troppe domande: anche in questo caso, ci si riallaccia al discorso delle opinioni, fare domande è lecito, ma farne troppe diventa un assillo. È bene quindi evitare di sollevare troppi quesiti il primo giorno di lavoro.

Non portarsi il pranzo: non è detto che l’azienda disponga di una mensa e molti colleghi preferiscono mangiare in ufficio, è bene quindi evitare di ritrovarsi a mani vuote, anche perché il pranzo potrebbe essere un ottimo spunto per fare nuove conoscenze.

Evitare il disordine: il primo giorno di lavoro, così come quelli successivi è meglio comportarsi alla stregua di un ospite. Non è ancora il vostro ambiente, non avete ancora preso confidenza con i vostri colleghi, quindi è meglio evitare una scrivania troppo disordinata.

Non collegarsi ai social network: questa è proprio una regola fondamentale, evitare di collegarsi a Facebook, Twitter e affini e di usare troppo spesso il proprio smartphone, in ogni caso meglio disattivare la suoneria.

Fare domande sul capo: non è un buon passo in avanti chiedere informazioni sul proprio capo ai colleghi, soprattutto perché non si conoscono ancore tute le gerarchie in gioco e il rischio è quello di incappare in qualcuno un po’ troppo vicino a lui e che potrebbe riferirgli della vostra smania di sapere.

Parlare del lavoro passato: anche questo comportamento è da evitare. Imporre metodi di lavoro seguiti in precedenza così come mettere una bilancia quelli attuali vi potrebbe mettere in cattiva luce. Rischiereste di essere visti come una persona critica e che non accetta il piano di lavoro vigente.

Evitare l’iperattività: ultima regola fondamentale, evitare di risultare troppo iperattivi, loquaci o inclini allo scambio di idee. L’entusiasmo va benissimo, ma deve essere elargito con parsimonia. Meglio parlare poco e rimanere all’ascolto, vi farà apparire più umili, senza esagerare nel senso opposto, ovviamente.

Photo Credit: Monkey Business Image/Shutterstock.com

Grande Fratello 14 gossip: Valentina chiarisce la situazione con Luca

ebook lettori

I migliori ebook reader del 2015: Pyrus 2 LED, Kindle Paper White, Kobo GloHD e Kindle Touch