in

10 cose da vedere prima di morire

Ci sono persone che ad un certo punto della loro vita, di punto in bianco mollano tutto e cominciano a viaggiare, e viaggiare, e viaggiare. Il perché è facile da capire. Il mondo è custode di meraviglie strabilianti, talmente tanto da lasciare di stucco a chiedersi se è reale ciò che vediamo o solo frutto della nostra immaginazione. Regala spettacoli che solo la natura poteva creare e che, talvolta, sorprendono ogni logica ed ogni scienza. Ci sono 10 cose che ognuno di noi dovrebbe vedere prima di passare a miglior vita, o almeno 1 tra queste. Scopriamo quali sono.

10 luoghi da vedere prima di morire

1) Le montagne del parco Zhangye Danxia, in Cina, nella provincia di Gansu. Sono delle singolarissime formazioni rocciose tutte variopinte, che ricordano un canyon nella forma e si estondono per 300 chilometri quadrati. La colorazione a strisce che le caratterizza è naturale e si viene a creare perché minerali e sedimenti di diverso tipo e colore, si depositano gli uni sopra gli altri creando una montagna di finissimi detriti dalle diverse pigmentazioni.

2) Il Salar de Uyuni in Bolivia. Se pensate che camminare sull’acqua sia solo la leggenda di un miracolo, vi state sbagliando di grosso. In Bolivia c’è un luogo magico dove l’impossibile diventa possibile. Si tratta di un deserto di sale, bianchissimo, dalle singolari formazioni piramidali che si stagliano su una candida distesa, che pare neve, e si sviluppa piattissima tra laghi, fenicotteri e le gole dei vulcani boliviani. Prima che si formi il sale, c’è solo un sottile strato d’acqua che si estende per chilometri creando uno specchio naturale che riflette il suggestivo paesaggio intorno ed il cielo.

3) Mare di stelle sull’Isola di Vadhoo, Maldive. Qui, le stelle del firmamento riverberano brillando non solo sull’acqua ma sui cristalli di sabbia e conchiglie che compongono il bagnasciuga, creando un fenomeno unico nel suo genere che rende l’illusione ottica di un vero e proprio mare di stelle. Lo scintillio è dovuto alla presenza di particolari microorganismi che riflettono la luce.

4) Il grande buco blu in Belize. Si tratta di un atollo in mezzo all’oceano che crea una vera e propria voragine in mezzo al mare. Scoperto nel 1971, è considerato uno dei dieci siti d’immersione più interessanti al mondo. Classificato patrimonio dell’umanità dall’Unesco, ha una profondità di 123 metri, e una larghezza di 300.

 

5) L’altalena alla fine del mondo a Baños, in Ecuador. Un altalena di corda e legno, vecchio stile, attaccata ad una casa sull’albero, come quelle dei racconti, ed affaccia una spettacolare verde vallata montuosa. Intorno la selva e la giungla, sotto il nulla:  è sospesa nel vuoto! Ma il gioco vale la candela.

6) La grotta Son Doog in Vietnam, provincia di Quang Binh. Dopo la sua recente scoperta da parte di un pull di esploratori britannici nel 1999, è stata subito classificata come una delle più belle al mondo, nonché, come studi recenti hanno dimostrato, la più grande.

7) Hitachi seaside park in Giappone. Si tratta di una delle maggiori attrazioni della terra del Sol Levante. Si caratterizza per i suoi campi di fiori, delle particolari specie simili ai soffioni che cambiano colore ad ogni stagione e adornano la costa pacifica. Dalla distesa floreale si può infatti ammirare in lontananza l’oceano.

8) Ghiacciao Mendenhall in Alaska. Un ghiacciaio Mendenhall  di 19 km situato nei pressi di Juneau, la capitale dell’Alaska. Purtroppo, l’innalzamento della temperatura di questi anni ha determinato uno scioglimento dei ghiacci che stanno portando il ghiacciaio a ritirarsi pian piano, ma c’è ancora tempo per una visita ed una esperienza irripetibile.

9) Monte Roraima in Venezuela, Brasile, Guyana. Si tratta di un imponente masso di circa 2800 metri sulla cui vetta cresce una rigogliosa vegetazione, popolata da esemplari di volatili, insetti e mammiferi tra le specie più rare al mondo. Per darvi un’idea: piante carnivore e rane nere che non saltano.

10)Antica regione dell’Anatolia. È l’ex Asia minora, la famosa penisola calcarea della vicina Turchia. Questo luogo incantevole offre un paesaggio mozzafiato, dove tra mare e montagna, si alternano costruzioni rocciose che sembrano ghirigori di sabbia, che l’acqua ha creato erodendo l’argilla.

dear jack

Modà in tour con Dear Jack, Francesco Renga e Jarabe de Palo

Calciomercato Barcellona: Suarez vicino al club catalano