in ,

10 maggio 1962, nasce l’incredibile Hulk: la Marvel lancia il primo fumetto

Arrabbiarsi troppo dicono faccia male e mai verità fu più azzeccata per quel che riguarda il Dottor Bruce Banner, alias Hulk; era il 10 maggio del 1962 quando la Marvel decise di lanciare sul mercato il primo fumetto del mostro verde che si trasformava per rabbia distruggendo tutto ciò che lo circondava. In realtà, la prima versione de l’incredibile Hulk non era verde ma bensì grigia ma per questo è necessario fare un passo indietro.

L’idea nacque dall’idea di Stan Lee, padre di molti dei supereroi Marvel, e del disegnatore Jack Kirby che vollero creare qualcosa che si incarnasse la creatura biblica del Golem, tratti del romanzo di Louis Stevenson “Lo strano caso di Dottor Jackyl e Mister Hyde” e in parte il “Frankenstein” di Mary Shelley; proprio per questo il colore scelto inizialmente fu il grigio e il momento per la trasformazione legato al calar del sole, il tutto accantonato dopo la seconda uscita in edicola.

Tornando alla storia, il protagonista, Bruce Banner è un fisico nucleare che viene investito dalle radiazioni gamma durante un esperimento per il Ministero della Difesa americano nel deserto del New Mexico; sopravvissuto all’incidente, il dottor Banner inizia a subirne gli effetti e si trasforma nel mostro verde e “arrabbiato” che devasta intere città. In realtà, il fumetto in sé non ebbe grande successo e dopo alcuni anni finì nel dimenticatoio, tornando in auge grazie al piccolo schermo e alla serie in cui Hulk venne impersonato da Lou Ferrigno intorno alla metà degli anni settanta; nel 2008 poi, grazie a “The Avengers”, Hulk ha trovato una nuova dimensione nella saga legata agli eroi Marvel riuscendo a farsi strada tra supereroi ben più affascinanti.

Emma Marrone Amici 14

Amici 14, Emma Marrone difende Cristian Lo Presti e le sue scelte di coach: “Di fare il pupazzo in televisione non mi interessa”

Expo 2015 Milano eventi 10 maggio

Milano Expo 2015: programma eventi di domenica 10 maggio