in

10 musei che ognuno dovrebbe visitare almeno una volta nella vita

Ecco una lista dei 10 musei che chiunque dovrebbe poter visitare almeno una volta nella vita. Disseminati in ogni parte del globo il criterio con il quale abbiamo selezionato questi siti meravigliosi segue quello dell’identità culturale del luogo che li ospita. Iniziamo:

Uffizi: scrigno dell’arte italiana – ma non solo – concepito dal Vasari nel ‘500 sotto il dominio di Cosimo dè Medici. Si tratta, probabilmente, del museo più importante del mondo che custodisce l’ architrave dell’arte occidentale. Una curiosità? E’ proprio nei fiorentini Uffizi, precisamente davanti l’indescrivibile Nascita di Venere di Botticelli che si registra con maggior frequenza quella curiosa reazione chiamata “Sindrome di Stendhal”.
Musei Vaticani: imprescindibili per afferrare la storia dell’arte e la magnificenza che il mecenatismo religioso ha permesso di raggiungere. Anch’essi vedono nel ‘500 la loro origine ma, con il succedersi dei Papi, nuovi nuclei si sono aggiunti nei secoli successivi. Sale e gallerie ricchissime che, inevitabilmente, quando si sfocia nella Cappella Sistina, rischiano di rimanere un tiepido contorno – nonostante la loro immensa bellezza – al cospetto della visione irripetibile.
Louvre: residenza reale finché Luigi XIV non optò per Versailles. Risulta il museo più visitato al mondo il parigino Louvre che, per dimensioni e offerta culturale, ha davvero pochi eguali a livello mondiale.

Musey D’Orsay: altra istituzione parigina, questo museo sorge in quella che fu una vecchia stazione ferroviaria, La Gare d’Orsay, che Victor Laloux, nel 1900 completò per l’Esposizione Universale. Ospita i più importanti capolavori impressionisti e post impressionisti che continuano a vivere nella città simbolo degli artisti della celebre corrente.
MOMA: il museo cardinale per l’arte contemporanea; a New York un vero e proprio tempio venerato da tutti gli intellettuali della metropoli. Aperto nel 1929 dalla moglie di Rockfeller e da due sue amiche soprannominate “the ladies” ospita un vero e proprio patrimonio di arte contemporanea. Oggetti d’architettura e oggetti di design, disegni, dipinti, sculture, fotografie, serigrafie, illustrazioni, film e opere multimediali…
Museo Egizio: una delle civiltà culturalmente e artisticamente più rilevanti e avanzate della storia dell’umanità è quella egizia. A El Cairo i più importanti reperti archeologici egizi sono raccolti ed esposti in questo museo creato, due secoli fa, per salvare dai predoni e dall’erosione i tesori che riposavano in mastabe, piramidi, necropoli e templi.

Hermitage: a San Pietroburgo, in questo caso è la location a fornire i caratteri nazionali più che le opere ospitate. L’Hermitage vanta una selezione delle più importanti collezioni d’arte del mondo. L’edificio in origine faceva parte dell’importante reggia imperiale che per due secoli, fino al 1917, ospitò le famiglie degli zar, un complesso architettonico che comprende vari edifici costruiti tra il XVIII e il XIX secolo fra cui l’incantevole Palazzo d’Inverno.
Museo Nazionale di Tokyo: una delle tante falle del sistema scolastico nostrano è la totale noncuranza verso la storia dell‘arte Orientale. Il Giappone è, senza dubbio, uno dei Paesi dalle tradizioni culturali più importante, antiche e affascinanti del mondo. Per questo vi segnaliamo il museo più antico e importante della metropoli simbolo del Paese del Sol Levante, Tokyo. Vi incanterete e scoprirete attraverso i tesori custoditi in questo sito la storia millenaria di un popolo.

National Gallery Australia: gli aborigeni australiani, a partire dalla loro montagna sacra – l’Ayers Rock – passando dalle splendide incisioni e decorazioni rupestri prodotte, sono i detentori della cultura e dell’anima di quello che, erroneamente, viene considerato un continente senza storia. Per questo motivo vi segnaliamo questo importante museo che insegna moltissimo culturalmente e storicamente.
Museo Provinciale dello Shaanxi: sito nella città cinese di Xi’an, questo museo è una vera chicca in stile Tang, omaggio all’omonima Dinastia. Il popolo cinese ricorda con orgoglio il passato imperiale e guerriero e queste provincia è ricca di siti archeologici di immenso rilievo storico. Se non conoscete la storia dell’Esercito di Terracotta è tempo di scoprirla e di innamorarvene. Nel Museo vedrete schierati tantissimi guerrieri di quell’esercito, osservandoli dall’alto vi mancherà il fiato e vi chiederete com’è possibile non conoscere anche questa fetta di storia.

Buon viaggio

selvaggia lucarelli facebook

Selvaggia Lucarelli Facebook: il commento su Greta e Vanessa libere

ryanair offerta sconti gennaio 2017

Ryanair, voli low cost da Pisa febbraio 2015: tutte le destinazioni