in ,

13 marzo 1781, William Herschel scopre Urano: il primo pianeta ad essere scoperto con il telescopio

“Una curiosa stella nebulosa o forse una cometa” nemmeno Sir Frederick William Herschel inizialmente comprese la scoperta che aveva fatto il 13 marzo del 1781 scrutando il cielo attraverso il telescopio riflettore che lui stesso aveva costruito. Ciò che stava osservando attraverso la lente era il pianeta che noi oggi conosciamo con il nome di Urano.

Herschel lo riconobbe come “pianeta primario del sistema solare” soltanto nel 1783, in una lettera inviata alla Royal Society; furono molti i nomi proposti per arrivare a quello attuale: lo stesso scopritore avrebbe voluto chiamarlo Georgium Sidus, ovvero “la stella di George”, in onore di Giorgio III del Regno Unito ma dopo diverse discussione e proposte si scelse il nome “Urano”, su suggerimento dell’astronomo tedesco Johann Elert Bode. 

Il pianeta è visibile anche ad occhio nudo ma non fu mai riconosciuto come tale prima del 1783 a causa della sua bassa luminosità e della sua orbita particolarmente lenta; grazie alla scoperta di Herschel, caddero le certezze sul numero di pianeti presenti nel sistema solare; per quanto riguarda le sue caratteristiche, Urano è il settimo pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal sole, il terzo per diametro e il quarto per massa. Una scoperta rivoluzionaria che sembra essere legata indissolubilmente al suo scopritore: Urano impiega 84 anni a compiere un’orbita attorno al sole, la stessa età a cui morì Sir Frederick William Herschel.

Un Posto al Sole

Un Posto al Sole anticipazioni settimanali 14- 18 Marzo 2016: Viola e la paura per Nicotera

amore non esiste illusione

L’amore non esiste, per la scienza è solo un’illusione