in

16 marzo, Giornata Mondiale del Sonno: le 10 regole per dormire bene

Il 16 marzo ricorre la Giornata Mondiale del Sonno, promossa dalla World Association of sleep medicine.Tale appuntamento è stato creato per sensibilizzare le persone circa l’importanza del riposo e del sonno, sia per gli adulti sia per i bambini. Infatti dalla qualità del sonno, dipende la nostra efficienza durante la giornata e il nostro equilibrio non solo fisico, ma anche mentale. Per questo, chi non dorme bene e, dunque, è affetto dai cosiddetti disturbi del sonno, può riportare l’insorgenza di:  disturbi e deficit di attenzione, alterazione dell’umore, diabete, obesità,malattie cardiovascolari e indebolimento del sistema immunitario.

dormire

La Giornata Mondiale del Sonno di quest’anno vuole concentrare la sua attenzione in modo particolare sugli anziani, la categoria più colpita dai disturbi del sonno, se si pensa che circa un anziano su due soffre di disturbi del sonno. Ma il dato non è comunque rincuorante nemmeno per il resto della popolazione, dato che gli esperti affermano che circa un terzo degli italiani è affetto da insonnia. Tale problema è ben più grave di quanto si possa pensare e risolverlo non è semplice, ma la World Association of sleep medicine ha elaborato dieci regole d’oro per avere un ottimo sonno.

La prima regola è quella di darsi un orario fisso per addormentarsi e svegliarsi, seguita da quella che consiglia di evitare troppi riposi durante il giorno e quella che vieta di consumare alcolici o fumare nelle quattro ore precedenti l’orario previsto per dormire. La quarta regola riguarda la cena, che non deve essere pesante e con troppi zuccheri, mentre la quinta regola vieta l’uso del caffè nelle sei ore prima di addormentarsi.

Le successive riguardano il clima della stanza, da tenere sotto controllo, la luce e i rumori, da minimizzare il più possibile, l’esercizio fisico, da evitare prima di dormire, e il divieto di lavorare a letto. Ma anche la cura della biancheria da letto e il materasso sono ottimi complici del sonno, se scelti con attenzione. Il materasso, infatti, non deve essere nè troppo rigido nè troppo morbido, ma in grado di sostenere la colonna vertebrale.

sonno

Insomma, ci sono piccoli gesti e accortezze che potrebbero favorire un riposo migliore. Gli studi circa i disturbi del sonno sono moltissimi e , per esporre i più recenti, oggi si terrà a Bologna un incontro dedicato al sonno  alle 20.30 nella Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale, in via Nazario Sauro 20. Un argomento importante, forse troppo sottovalutato, quello circa la cura del proprio riposo notturno, che deve essere riscoperto e va vissuto con serenità per sentirsi bene e in forma.

Seguici sul nostro canale Telegram

Stelle comete 2013, In arrivo la C/2011 L4 PanStarrs

Stasera in tv: Italia’s Got Talent, Harry Potter, I Migliori Anni