in ,

18enne si spara per gioco: ricoverato in gravi condizioni a Teramo

In un appartamento popolare del quartiere San Berardo a Teramo, intorno alla mezzanotte, un ragazzo di 18 anni si è sparato alla testa “per gioco” con l’arma regolarmente detenuta dal padre al quale l’aveva sottratta di nascosto per mostrarla agli amici. Durante la notte infatti aveva raggiunto in città altri quattro amici e aveva cominciato a mostrare loro l’arma del padre e a rotearla attorno alla testa per gioco, sfidando la sorte. Poi è partito un colpo, probabilmente già in canna, da quanto raccontano i ragazzi testimoni del tremendo incidente. Le condizioni del ragazzo sono parse immediatamente gravi e i soccorsi lo hanno portato di corsa all’ospedale Mazzini dove è stato sottoposto ad una operazione di oltre quattro ore.

=> Tutte le news su URBANPOST!

Ora il 18enne originario di Nereto (Teramo) è ricoverato in rianimazione, in coma farmacologico, con prognosi riservata all’ospedale Mazzini ma le condizioni rimangono molto gravi. Il colpo della calibro 9×21 infatti ha trafitto il cranio dalla tempia destra al palato del ragazzo, dove è stato rintracciato il foro di uscita. Secondo i medici, le conseguenze cliniche potrebbero essere devastanti per via di una copiosa emorragia e diverse fratture interne alla teca cranica. Ora sul caso indagano gli agenti della Squadra mobile della questura di Teramo con ,’obiettivo di chiarire le dinamiche della vicenda.

due bomba centro commerciale thailandia

Thailandia esplose due bombe in centro commerciale: numerosi feriti

Napoli primo scudetto, Maradona torna a Napoli per giocare contro Hamsik: ecco tutti i dettagli della partita speciale