in ,

19 Novembre 1969: Pelé realizza il suo millesimo gol

Una storia infinita, una carriera costellata di successi, ricca di gol e spettacolo, questa è la storia di Edson Arantes do Nascimento, meglio conosciuto come Pelé. Oggi 19 Novembre corre l’anniversario del millesimo gol in carriera del fenomeno brasiliano. Era lo stesso giorno ma del lontano 1969, durante la partita fra Santos e Vasco Da Gama, la squadra in cui militava il brasiliano conquista un rigore, dal dischetto va proprio lui che sigla il gol che lo farà entrare nella storia del calcio, non solo brasiliano, ma mondiale. Uno dei tanti record che Pelé ha superato.

Soprannominato il “Re del calcio” oppure “La perla nera”, Pelé ha scritto pagine immemorabili di questo sport. Ha cambiato il corso del calcio, ha regalato numeri da capogiro, ma anche tantissime vittorie al suo club, il Santos, ma soprattutto alla sua Nazionale brasiliana che con lui ha vinto tre mondiali, di cui due consecutivi. “Come si scrive Pelé?Dio.” Intitolava il Sunday Times dopo la finale mondiale del 1970, Pelé è stato per molto tempo il calciatore più forte al mondo, prima che la sua leadership fosse messa in discussione da un altro genio del calcio, Diego Armando Maradona.

Oggi ricorre il giorno del suo millesimo gol, ma il calendario è ricco di eventi scritti dal calciatore brasiliano. Gol bellissimi che sono entrati nella storia del calcio e nel cuore degli amanti di questo sport. Pelé non sarà dimenticato non solo dal popolo brasiliano, ma da i tifosi di tutto il mondo. Le sue gesta hanno rivoluzionato il calcio e oggi celebriamo solo una piccola parentesi della sua straordinaria carriera.

Written by Vincenzo Mele

Nato a Napoli il 13 Agosto 1996, si è diplomato al Liceo Classico Adolfo Pansini, in Napoli. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere moderne all'Università Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Si occupa di sport, tv e gossip.

martina Del Giacco forse vittima di bullismo

Pisa, Martina Del Giacco vittima di bullismo: “Questo posto non è per me, grazie di tutto”

Spesa online, i vantaggi: a sceglierla sono 8 milioni di italiani