in ,

20 buoni motivi a favore della secessione della Scozia

Oggi la Scozia potrebbe scegliere la secessione dalla Gran Bretagna attraverso un referendum il cui risultato sarà, in ogni caso, storico. L’Italia ovviamente non è direttamente coinvolta ed è anche difficile capire se sia opportuno “tifare” per qualcuno. La mia squadra preferita comunque è quella degli scozzesi e questi sono 20 validi motivi per sperare che da domani la Scozia sia indipendente.

20 motivi per tifare la secessione della Scozia

1. Perché nei prossimi 12 mesi il whisky in Scozia scorrerà a fiumi

2. Perché così Mel Gibson è contento

3. Perché un’isoletta divisa in due è anche un po’ comica

4. Perché l’accento scozzese è così selvatico che già ora gli inglesi non lo capiscono

5. Perché poi ci vendono il loro petrolio a prezzo ribassato

6. Perché Londra è antipatica

7. Perché Edimburgo è così bella che merita di diventare capitale

8. Perché agli scozzesi hanno già dato parlamento, autonomia e la nazionale di calcio. A questo punto manca solo l’indipendenza

9. Per rianimare un po’ il programma di geografia della seconda media

10. Perché la bandiera scozzese è molto più bella di quella inglese

11. Per scoprire se i salmoni che scendono i torrenti scozzesi verranno fermati alla frontiera

12. Perché tanto in Scozia ci abitano quattro gatti

13. Perché magari il mostro di Loch Ness esce dal lago per festeggiare

14. Per vedere dopo quanto se ne pentono

15. Per scoprire che moneta scelgono al posto della sterlina

16. Per il gusto di verificare se il cuore della Regina regge il dispiacere

17. Perché la Scozia è bella, mentre l’Inghilterra fa un po’ cagare

18. Perché gli scozzesi indipendentisti sono molto più seri degli indipendentisti padani

19. Perché poi costerà meno andarci in vacanza

20. Perché gli scozzesi sono come le fidanzate: gli inglesi danno loro attenzioni solo quando stanno per andarsene

caso yara pomeriggio 5 complice bossetti

Anticipazioni Ignoto-1: Taodue lancia la mini serie sul caso Yara Gambirasio

Fredy Guarin Inter-Milan

Dnipro – Inter Europa League: le ultime notizie