in ,

20 settembre 1946, il Festival di Cannes diventa realtà: i vincitori italiani

Era il 20 settembre 1946 quando il Festival di Cannes divenne realtà. Sono passati esattamente settant’anni dalla prima edizione di una delle più importanti kermesse cinematografiche europee. Insieme alla Mostra del Cinema di Venezia e al concorso di Berlino, infatti, la rassegna francese ospita annualmente le migliori pellicole della stagione e vanta personalità di spicco del mondo cinematografico. Ma come è nato il Festival di Cannes? Alla fine degli anni ’30 indignato per le ingerenze del governo fascista italiano e di quello nazista tedesco nella selezione dei film per la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Jean Zay, ministro francese della pubblica istruzione e delle belle arti, propose la creazione, a Cannes, di un festival cinematografico di livello internazionale. Nel giugno 1939, Louis Lumière accettò di presiedere la prima edizione del festival che avrebbe dovuto svolgersi dal primo al 30 settembre, ma la dichiarazione di guerra della Francia e del Regno Unito alla Germania il 3 settembre mise fine prematuramente a questa prima edizione.

>>> METTI MI PIACE A URBANSPETTACOLO

La prima edizione ufficiale, invece, si tenne nel settembre 1946 con il Festival di Cannes che iniziò a partire da giorno 20 settembre e durò circa due settimane. Solo nel 1950 l’edizione della kermesse cinematografica francese cambiò periodo di svolgimento: si passò da settembre a maggio, date in cui ancora oggi si svolge una delle principali mostre cinematografiche europee. Quali sono gli italiani che sono riusciti a ritagliarsi uno spazio importante al Festival di Cannes durante la sua storia, tanto da portare a casa la Palma d’Oro? 

>>> TUTTO SUL MONDO DEL CINEMA CON URBANPOST

La prima Palma d’Oro vinta da un italiano fu vinta nel 1946 da Roberto Rossellini con Roma, Città Aperta, che riportava sul grande schermo le disfatte compiute dal nazismo, subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Negli anni ’50, invece, sono due film italiani vincitori a Cannes: il primo con Vittorio de Sica e la sua pellicola Miracolo a Milano del 1951, e con “Due Soldi di Speranza” di Renato Castellani, del 1952 (vincitore, alla pari, con Otello di Orson Welles). Federico Fellini, con La Dolce Vita (1960), vinse il premio come “Miglior Film” mentre poi, Luchino Visconti, nel 1963, con Il Gattopardo, Pietro Germi con Signore e Signori (1966) e Blow-Up di Michelangelo Antonioni (1967). Negli anni ’70 il dominio fu segnato da La Classe Operaia va in Paradiso di Elio Petri e Il Caso Mattei di Francesco Rosi, premiati entrambi nel 1972. Dalla fine degli anni ’70 ad oggi, l’unico film vincitore della Palma d’Oro è stato Nanni Moretti con La Stanza del Figlio, nel 2001.

Sciopero Alitalia confermato 22 settembre 2016

Sciopero Alitalia 22 settembre 2016: orari, informazioni utili, aggiornamenti

Dove vedere Milan Lazio

Dove vedere Milan – Lazio: ora diretta tv, streaming gratis Serie A