in ,

2013: i cinque migliori momenti dello sport (Video)

Il giamaicano Usain Bolt, si  è confermato l’uomo d’oro del 2013. Specialista nella velocità, dopo i 6 ori olimpici ottenuti  tra Pechino e Londra, è riuscito a realizzare una tripletta anche ai Mondiali di atletica di Mosca vincendo i 100 m, 200 m e staffetta. L’unico neo, in questa occasione per il velocista, è non aver registrato alcun record del mondo.  ‘Lightining Bolt’ si è confermato un campione vero e anche un esempio di sportivo pulito, estraneo allo scandalo per doping che ha coinvolto la Nazionale giamaicana. Marc Marquez Campione del mondo 2013

Il mondo dei motori ha visto la conferma di un campione e il trionfo di un giovane talento. La F1 ha incoronato, per la quarta volta consecutiva, il tedesco Sebastian Vettel. Il suo talento ha plasmato una Red Bull imprendibile ed inarrestabile.  La MotoGp ha celebrato la spavalderia dell’estro e ha visto il 20enne spagnolo Marc Marquez trionfare con il suo bolide nella classe regina.

Un capitolo a parte lo merita il calcio: il grande protagonista europeo è stato il Bayern Monaco allenato da Pep Guardiola. La formazione tedesca ha vinto la Champions League battendo i connazionali del Borussia Dortmund con un 2 a 1.  Giocatori straordinari come Robben e Ribery hanno trascinato la squadra,  decretandola Campione d’Europa per la quinta volta. Un anno davvero glorioso quello del Bayern costellato da trionfi: Bundesliga, Coppa di Germania, Champions e Supercoppa Europea.

Il tennis ha regalato ai tifosi il ritorno di un grande campione. Dopo un lungo infortunio al ginocchio Rafael  ‘Rafa’ Nadal è tornato al vertice della classifica Atp vincendo, per l’ottava volta, il Roland Garros. Record assoluto nella storia del tennis, superando così il leggendario  svedese Bjorn Borg. Novak ‘Nole’ Djokovic però si è confermato l’uomo da battere dopo aver vinto per la terza volta le Atp World Finals in un match di un’ora e 36 minuti contro il numero uno Nadal.   Ma tra due giganti “abituati” alla vittoria l’immagine di Andy Murray sul campo verde di Wimbledon è quella che merita un ricordo speciale. Quel giorno l’Inghilterra intera ha impugnato la racchetta di Murray e la commozione del ragazzo di Glasgow ha sciolto gli algidi cuori britannici.  Dopo 77 anni un inglese è tornato a vincere a Wimbledon.

 

 

 

 

 

http://youtu.be/29Woge-u9ns

Xabi Alonso Real Madrid

Mercato, Juventus: Alonso si allontana. Rinnovo con il Real Madrid?

Domenica In L'Arena

Domenica In – L’Arena anticipazioni: Massimo Giletti intervisterà Enrico Brignano