in ,

2013: un anno di fatti e immagini, mese per mese

Gennaio 2013 un mito si sgretola:  Lance Armstrong, il re mida del ciclismo, l’eroe positivo, il campione perfetto ammette il doping. “E’ stata tutta una grossa bugia. Mi sono dopato per vincere i 7 Tour. Altrimenti, sarebbe stato impossibile. Ora chiedo scusa e pago il prezzo”.  Armstrong risponde così alle domande di Oprah Winfrey nell’intervista dove l’ex corridore statunitense ammette il ricorso al doping sistematico nel corso della sua carriera. Bimba siriana

Febbraio 2013 nasce una nuova stella nel luminoso firmamento di Hollywood: Jennifer Lawrence  vince l’Oscar come migliore interprete femminile per il filmIl lato positivo”. Emozionata inciampa nel suo vestito color cipria mentre sale le scale per ritirare la statuetta. L’immagine fa il giro del mondo e lei diventa la ragazza d’oro della porta accanto… e del botteghino.

Marzo 2013 viene eletto il nuovo Papa. L’addio di Ratzinger aveva lasciato tutti sconcertati ma sono bastate poche parole pronunciate con un simpatico accento argentino alla folla in attesa, a Piazza San Pietro, e la scelta di un nome semplice, a cancellare i mesi bui che hanno caratterizzato il pontificato di Benedetto XVI. Fratelli e sorelle buonasera, voi sapete che il dovere del Conclave era di dare un vescovo a Roma e sembra che i miei fratelli cardinali siano andati a prenderlo alla fine del mondo...ma siamo qui”. Sono state queste le prime parole di Papa Francesco, argentino, 76enne, gesuita.

Aprile  2013 è crisi profonda in Italia ed è crisi nera in Parlamento. Napolitano viene rieletto presidente della Repubblica Italiana per la seconda volta. Il Napolitano bis scatena contestazioni, polemiche, dibattiti, ironia, sarcasmo. Twitter, Facebook non si lasciano sfuggire la ghiotta occasione e le immagini del presidente in versione Highlander, mummia e altro invadono il Web.

Maggio 2013 si scatena la Gatsby-mania. Il film più atteso dell’anno “Il Grande Gatbsy” viene presentato a Cannes ma delude.  La Gatsby-mania però invade il mondo dagli abitini d’ispirazione anni ’20 con frange ammiccanti alla bigiotteria retrò, dagli accessori per capelli al make-up, dai matrimoni a tema alle feste in puro stile “Ruggenti Anni ‘20”.

Giugno 2013 il mese della spia. No non si sta parlando dell’affascinate 007 ma di Snowden… Edward Snowden, il “whistleblower”! La talpa non ha di certo il fascino di James Bond ma ha senza dubbio molto da dire. Rivela al mondo lo spionaggio USA e il programma PRISM che permette alla NSA di accedere direttamente a email, foto, trasferimento di file, video, comunicazioni ad altri utenti sui social, in possesso di Google, Facebook, Apple, Microsoft, Skipe, PalTalk . I potenti tremano.

Luglio 2013 nasce a Londra George Alexander Louis. L’immagine di una sorridente Kate, in un vestito azzurro appena sopra al ginocchio, all’uscita dell’ospedale, con in braccio il regale bebè e accanto il suo William fa il giro del mondo. E la Royal Baby mania impazza sulle riviste del pianeta.

Agosto 2013  le immagini strazianti della strage di bambini in Siria, dopo un presunto attacco al gas nervino, sconvolgono tutti. Il mondo è sotto choc ma le barbarie non cessano. L’Onu chiede chiarezza ma glissa sull’inchiesta. In Siria intanto si continua a morire.

Settembre 2013 Il terrorismo, qualsiasi forma prenda, porta con sè solo morte e paura. Un gruppo di terroristi del gruppo somalo Al Shabaab prende il controllo del centro commerciale di Westgate a Nairobi.  Le immagini si diffondono nel giro di pochissimo sul web e nei notiziari. Le forze di sicurezza keniote riescono a liberare gli ostaggi con un blitz, ma il bilancio delle vittime è comunque di 67 morti e 170 feriti. Il presidente Uhuru Kenyatta stabilisce  tre giorni di lutto nazionale.

Ottobre 2013 Lampedusa, il naufragio e le vittime della speranza. L’imbarcazione libica usata per il trasporto di migranti provenienti dall’Eritrea, dal Ghana, dalla Somalia, dall’Etiopia e dalla Tunisia si incendia a poche miglia dalle coste dell’isola di Lampedusa. Qualcuno ha acceso un fuoco per segnalare la presenza del barcone e ricevere soccorso. La benzina sul ponte dell’imbarcazione però ha fatto divampare un incendio che non ha lasciato scampo. Il panico ha preso il sopravvento, il barcone si è ribaltato colando a picco. Il bilancio delle vittime  fa impressione : 366 i morti, circa  20 dispersi, 155 i superstiti di cui 41 minori.

Novembre 2013 il tifone: il 7 novembre le Filippine vengono colpite da un potentissimo tifone chiamato Haiyan, una tempesta che viaggiava a 300 chilometri all’ora. Distrugge tutto, provoca migliaia di vittime. Devastazione, morte, disperazione. Il mondo si mobilita. Ancora oggi la situazione rimane drammatica. Colpisce l’appello del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon di pochi giorni fa, prima di Natale,  che ha invitato i donatori internazionali ad aumentare gli aiuti per le vittime del tifone. Mancano infatti ancora cibo, acqua e alloggi di emergenza.

Dicembre 2013 muore Nelson Mandela. Cosa aggiungere… forse solo il selfie del Presidente Obama alla cerimonia di commemorazione di Madiba che ha ricevuto più attenzione del funerale dell’eroe sudafricano.

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Elena Morali e il Natale in ospedale: gamba rotta per un incidente sugli sci

Malala Yousafzai

Donne 2013: tra musica, politica e diritti sociali