in ,

2047, l’anno di non ritorno per il clima del pianeta Terra

Il 2047 sarà il punto di non ritorno per il clima del nostro pianeta secondo lo studio recentemente pubblicato su Nature da Camilo Mora ed alcuni suoi colleghi dell’Università delle Hawaii. L’anno indicato, stando a quanto scritto dal team di studiosi, quello dove si arriverà ad avere un vero e proprio cambiamento climatico radicale, ovviamente all’insegna del riscaldamento e della desertificazione, e il pianeta inizierà a sperimentare temperature mai provate negli ultimi 150 anni. Tale punto di svolta potrebbe spostarsi fino al 2069 nel caso si partisse subito con un’efficace politica di riduzione dell’emissione dei gas serra.

global warming 2047

Queste date sono solo medie su tutte le regioni del pianeta. In realtà le zone tropicali potrebbero vedere il suddetto punto di svolta tra un decennio appena, mentre le zone alle latitudini estreme, come ad esempio l’Islanda, vedranno un’evoluzione ben più lenta.

La ragione di queste differenze riguarda la diversa capacità degli ecosistemi di affrontare cambiamenti climatici relativamente repentini. Zone dove il cambiamento climatico inter annuale è modesto, come appunto i tropici, vedranno i propri ecosistemi soffrire immediatamente del rialzo delle temperature dovuto al global warming. Gli ecosistemi dove invece le variazioni inter annuali sono importanti sapranno adattarsi meglio e dunque resisteranno più a lungo al global warming. Le conclusioni degli scienziati sono state tratte dall’analisi di dati raccolti tra il 1860 e il 2005.

Seguici sul nostro canale Telegram

Corea del Sud, robot killer per la guerra alle meduse

duchi di Cambridge e il principe George

Il battesimo del principe George sarà una cerimonia intima