in ,

25 aprile 2015: 70esimo anniversario della Liberazione con la grigliata perfetta

Ricorre oggi il settantesimo anniversario della Liberazione d’Italia, il giorno in cui fu proclamata l’insurrezione partigiana in tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti: primo e fondamentale tassello di tutte le libertà di cui ora godiamo quotidianamente, la Festa della Liberazione rappresenta un passaggio imprescindibile nella storia del nostro paese. Gli eventi in programma per questa giornata, le commemorazioni televisive e storiche sono davvero centinai, ma il tradizionale e tipico barbecue in famiglia non potrà di certo mancare all’appello: ecco perciò alcuni consigli per una grigliata perfetta da condividere con le persone che più amate.

Iniziamo dall’abc della griglia, partendo dalla preparazione della carne per poi arrivare alla scelta del menù vero e proprio. Per ottenere una cottura media al sangue, è necessario tagliare i filetti ad un’altezza compresa tra 1 e 2 cm e lasciarli non molto tempo sul fuoco con un’elevata temperatura della carbonella. Prima della cottura spennellate i vostri tagli di carne con dell’olio, ma ricordatevi di aggiungere il sale solamente fine cottura: le bistecche impiegheranno in media 3 minuti per lato per essere cotte, tra i 5 e gli 8 minuti invece per gli hamburger, braciole e agnello 15 minuti, 20 minuti per lato invece tutte le carni bianche come pollo, galletto che andranno aperti a metà. Per assicurarsi che la carne rimanga tenera e morbida, toglietela dal fuoco e prima di servirla lasciatela riposare in un piatto coperto con carta stagnola, per preservarne il calore.

Gli hamburger sono un ever green delle grigliate, il pezzo forte a cui nessuno può rinunciare, così come salamelle e salsicce gustose, ecco come cucinarli al meglio: preparate una marinatura con una salsa fatta da 5 cucchiai di aceto, 5 cucchiai di ketchup, 2 cucchiai di salsa Worcester, 2 cucchiai di senape, prezzemolo e olio. Non vi resterà che mettere queste delizie sulla barbecue a fuoco medio e ai vostri invitati verrà letteralmente l’acquolina in bocca. Provate poi gli involtini di vitello, fatti con un ripieno di cipolla tritata e soffritta, uovo, pecorino, salciccia, sale e pepe, racchiuso appunto in una fettina di vitello infilzata da uno spiedino e cotta delicatamente sul fuoco. Immancabili per una grigliata che si rispetti invece sono costine e braciole di maiale, da lasciar marinare le prime un’ora, le seconde un’intera notte in aglio, rosmarino, salvia, prezzemolo, alloro, sale, pepe e olio e cuocere in modo veloce, per evitare che la carne si asciughi e diventi perciò dura ed immangiabile. Stesso procedimento può essere adottato per dei piccoli galletti, aggiungendo però ginepro e maggiorana in fase di marinatura. Infine al fianco del classico rotolo di salsiccia infilzata sullo spiedo e cotta lentamente, sperimentate i bocconcini di rognone con pancetta, preparate anch’essi su uno spiedino in alternanza a foglie di salvia e alloro.

Passando al pesce poi va ricordato che è bene marinarlo o ungerlo prima della cottura, affinchè non risulti eccessivamente stopposo. Avendo l’accortezza di avvolgere in un cartoccio d’alluminio i pesci più delicati, andate a cuocere a fuoco moderato e griglia alta non più di 10 minuti il vostro pescato, che si tratti di tranci, crostacei o molluschi. I formaggi che meglio si adattano alla griglia non sono ovviamente freschi oppure molli, meglio prediligere caprino, pecorino, groviera e scamorza affumicata a pasta dura da passare una sola volta sul fuoco per pochi minuti e servire con prezzemolo, noci tritate, olio al peperoncino, semi di finocchio, pepe rosa, foglie di menta oppure miele. Per le verdure poi i tempi variano molto e vanno dai 5-10 minuti per radicchio, funghi, pomodori, zucchine, melanzane e carote, ai 20 minuti per peperoni, carciofi, cipolle ad un’ora per le patate intere.

Dopo tanti consigli, tempistiche e suggerimenti non poteva mancare però la ricetta della salsa più famosa ed utilizzata durante le grigliate di tutto il mondo, ovvero la salsa barbecue. Per realizzarla servono 200 gr di salsa di pomodoro, un cucchiaio di concentrato di pomodoro, una cipolla gialla, uno spicchio di aglio, tre cucchiai di aceto bianco, due cucchiai di senape, due cucchiai di zucchero, un peperoncino, 20 gr di burro, tabasco, salsa Worcestershire, sale e pepe. La preparazione è estremamente facile, eppure il risultato vi garantirà un sapore unico ed inconfondibile: iniziate col tagliare finemente cipolla e aglio, che farete sfumare in una pentola con burro e aceto. Unite dunque la passata e il concentrato di pomodoro e, continuando a mescolare, la senape, il peperoncino e lo zucchero: non resta che cuocere il composto così ottenuto 20 minuti circa, setacciarla per eliminare i pezzi di cipolla ed aggiungere poche gocce di tabasco e di salsa Worcestershire.

 

 

Costoletta di maiale grigliata. Image Credit: Shutterstock

Liberazione d'Italia 25 aprile

Festa 25 aprile 1945, Liberazione dell’Italia 2015: frasi, video, citazioni, app, giochi per gli auguri su iPhone e smartphone Android, WhatsApp, Facebook, Twitter e via sms

nail art 2015

Nail art 2015 tendenze primavera: la fantasia a pois in versione multicolor, consigli su colori e tecnica