in , ,

3 ottobre 1909, nasce il Bologna Fc: 106 anni di storia per i colori rossoblu

Tra i tavoli della birreria Ronzani di via delle Spaderie nasceva il 3 ottobre del 1909 una delle squadre più longeve e blasonate del nostro campionato, il Bologna; i rossoblu videro la luce su iniziativa del boemo Emilio Arnstein ed ebbero in Louis Rauch la figura del primo presidente. Fu proprio il primo a trovare un gruppo di giovani che giocava nella zona di Porta Saffi ricorrendo un pallone: i fratelli Gradi, Martelli, Puntoni, Nanni e alcuni studenti del Collegio di Spagna, tra cui anche Antonio Bernabeu, fratello del più famoso presidente del Real Madrid. Furono adottati come colori sociali il rosso e il blu che erano i colori sociali del collegio Shoenberg di Rossbach con cui Gradi veniva a giocare.

Il Bologna partecipò al primo campionato professionistico nella stagione 1910/1911; il primo dei sette scudetti della storia rossoblu arrivò nel campionato 1924/25. Furono quelli gli anni d’oro per gli emiliani che tra il 1925 e il 1941 inanellarono una serie di successi che li portarono ad essere ad essere soprannominati come “lo squadrone che tremare il mondo fa”. L’ultimo scudetto in ordine di tempo fu quello della grande cavalcata del 1963/64 quando i rossoblu batterono nello spareggio per il titolo l’Inter a Roma grazie alle reti di Fogli e Nielsen: una vittoria storica, coincisa con la scomparsa di Renato Dall’Ara, uno dei presidenti più amati dalla piazza.

Da quel momento iniziò un lento declino per i rossoblu: in bacheca andarono soltanto altri due trofei, la Coppa Italia del 1969/70 e quella del 1973/74. Si arrivò così alla prima retrocessione in Serie B nella stagione 1981/82 che poi porterà anche alla discesa in Serie C l’anno dopo; per rinascere, il presidente Corioni si affida a Gigi Manfredi. Sono gli anni del calcio champagne, si torna in massima serie e a giocare in Europa; il tutto però dura poco, nel ’91 si torna in Serie B e poi in C fino al fallimento nel 1993. Da quegli anni ci si rimette in piedi grazie a Gazzoni; finiscono gli anni novanta, sotto le Due Torri passano Roberto Baggio, Beppe Signori, Julio Cruz. Si torna in B, poi in A con Marco Di Vaio, Diamanti e Gilardino e poi ancora in B: arriviamo così nel 2014, nasce il sogno americano con Joey Saputo e Joe Tacopina. Una storia forse troppo lunga per essere raccontata, auguri vecchio cuore rossoblu.

Palermo – Roma: ultime news e probabili formazioni 7a giornata Serie A 2015-2016

Offerte di lavoro

Offerte di lavoro per hostess e steward 2015 a Milano, Roma, La Spezia e altre città