in ,

Omicidio Giulio Regeni news: il ricercatore a dicembre fotografato da uno sconosciuto

Forse Giulio Regeni aveva paura, forse davvero temeva per la sua incolumità. Il ricercatore italiano torturato e barbaramente ucciso a Il Cairo sarebbe stato fotografato da uno sconosciuto l’11 dicembre 2015, durante una riunione di un sindacato indipendente egiziano; fatto, questo, che lo avrebbe alquanto turbato.

A riferirlo agli inquirenti di Roma che stanno indagando sul caso congiuntamente alle autorità egiziane, tre ricercatori universitari colleghi e amici del 28enne friulano ucciso in circostanze che ad oggi sono un mistero. Gli investigatori al momento stanno vagliando tutte le piste possibili, e non escludono che l’omicidio possa essere collegato ad un articolo scritto dal giovane il 14 gennaio successivo, in cui riferiva anche della assemblea di cui sopra.

I colleghi di Giulio – tornati in Italia dopo la vicenda – hanno inoltre riferito al pm, Sergio Colaiocco, che il ricercatore faceva una vita assolutamente ritirata, tutta dedita a casa, studio e università.

don matteo 10 anticipazioni

Don Matteo 10 puntata 11 febbraio: ecco perchè non va in onda

Nicola Rizzoli Paolo Liguori

Juventus – Napoli: Rizzoli e Nicchi querelano Paolo Liguori