in ,

Mondiale 1982: a rischio l’aereo che fu set della famosa partita a carte con Pertini

C’era un’immagine, una fotografia: Sandro Pertini, Enzo Bearzot, Dino Zoff e Franco Causio al tavolino di un aereo che giocavano a scopone con in primo piano la coppa del mondo appena vinta dagli azzurri. Ebbene adesso l’aereo del mitico mondiale 1982 sta per andare in pensione. In realtà è da un po’ che è parcheggiato nel piazzale antistante l’hangar Avio 4 dell’aeroporto di Fiumicino. Il Dc9 32 apparteva all’aeronautica militare. La stessa nel 2001 l’ha “dimesso” dopo averlo utilizzato per trasporto sanitario e di personalità.

Il veivolo è poi passato da Boing ed infine a Alitalia. Anche Luca Montezemolo, Presidente Alitalia Sai, si è espresso sul tema “Sono anni che Alitalia sta cercando di salvaguardare questo importante simbolo della memoria nazionale. In quello scatto sono rappresentate alcune delle figure più amate e care a tutti gli italiani. Siamo certi che non saremo lasciati soli in questo impegno per tutelare un pezzo della nostra storia“.

Adesso siamo ad un bivio. Da una parte c’è la possibilità di mantenere in vita l’aereo grazie a Volandia, il Parco e museo del volo, vicino a Malpensa. Dall’altra, come annunciato al Tg Sport su Rai 2, ci sarebbe un accordo tra Alitalia e Federcalcio. Patto che permetterebbe alla Figc di recuperare la parte del velivolo in cui si giocò la famosa partita a scopone. Tra un paio di giorni dovrebbe arrivare la risposta, ma qualora abbia esito positivo, la parte selezionata sarà esposta al museo del calcio.

Photo Credits Wikipedia

50 sfumature di nero

50 sfumature di nero Jamie Dornan, le prime foto dal set canadese: ecco le immagini più intriganti

autopsia giulio regeni

Giulio Regeni: l’Italia ha ricevuto i primi documenti sull’indagine dagli inquirenti egiziani