in

5 miliardari famosi senza laurea: quando l’idea vale più del titolo di studio

Chi ha detto che per diventare miliardari bisogna per forza prima svolgere un percorso di studi approfondito che porti inevitabilmente ad una laurea specialistica in un determinato settore? No, a volte non serve niente di tutto ciò, perché in alcuni casi basta avere altre qualità per riuscire ad emergere e a fare fortuna, economicamente parlando. Sono i casi di genti come Bill Gates, Steve Jobs o Marck Zuckerberg, tutti e tre tra gli uomini più ricchi del mondo, ma che non hanno conseguito certo una laurea per diventarlo. Andiamo a vedere, quindi, quali sono i 5 miliardari più famosi senza laurea.

A guidare questa curiosa classifica c’è Bill Gates, che alla giovane età di 15 anni ha portato a casa i suoi primi 20.000 dollari sviluppando un programma per monitorare il traffico di Seattle. Iscrittosi alla prestigiosa università di Harvard, infatti, non ha mai terminato gli studi ma riuscì ad ottenere molti anni dopo una laurea honoris causa. A soli 20 anni fonda Microsoft e sappiamo tutti come andò a finire.

Al secondo posto c’è Larry Ellison, cofondatore e CEO della Oracle Corporation, ha lasciato non una, ma ben due Università: quella dell’Illinois e quella di Chicago. Qualche anno dopo trova lavoro come programmatore presso Amdahl e costruisce un sistema di database, Oracle. Questo giovane senza laurea, oggi, vanta un patrimonio da 51,8 miliardi di dollari.

Sul terzo gradino c’è niente meno che Marck Zuckerberg, che quando faceva ancora il liceo attirò l’attenzione della Microsoft costruendo Winamp, plug-in che permetteva di creare delle playlist personalizzandole. Durante la sua iscrizione ad Harvard, lavorò alla costruzione della sua idea, “The Facebook”, che gli permise di abbandonare l’Università e far crescere la sua azienda che oggi vanta un patrimonio da 32,5 miliardi di dollari.

Il quarto posto è tutto di Steve Jobs, un genio assoluto. Scomparso prematuramente nel 2011 dopo una lunga malattia, è riuscito a lasciare un’impronta nel mondo della tecnologia che probabilmente non scomparirà mai. Si era iscritto al Reed College, ma il suo spirito libero gli permise di focalizzare l’attenzione su altro, partendo come disegnatore di videogmae. Nel 1976 fonda la Apple con Steve Wozniak, facendo fortuna con un patrimonio che, alla data della sua morte, si aggirava attorno ai 10,2 miliardi di dollari.

Decisamente un settore diverso per il quinto classificato: Ralph Lauren, il fondatore di un’azienda di cravatte, rigorosamente larghe. Il suo successo, infatti, si è costruito proprio su questa caratteristica. In un periodo in cui andavano forte le cravatte strette, lui decise di andare controtendenza per sfornare il suo prodotto. Nel primo anno riesce a fatturare mezzo milioni di dollari e oggi vanta un patrimonio da 8,2 miliardi di dollari. Tutto questo prima di lasciare prima gli studi e poi l’esercito.

Elisabetta Canalis Instagram

Verissimo puntata di oggi ospiti: Briga, Elisabetta Canalis, Francesco Arca, Jordi Coll de Il Segreto

nicola savino lascia la rai

Quelli che il calcio anticipazioni 17 gennaio 2016: i The Pills presentano Sempre meglio che lavorare