in

50 sfumature di grigio: peli pubici aggiunti in post-produzione, ecco l’intervista al direttore della fotografia

Se avete avuto il coraggio di andare a vedere “50 sfumature di grigio” avrete notato che il film contiene un certo numero di scene di nudo. Viste da spettatore, queste scene non sembrano essere granché complicate, semplicemente sono nudi, ma non è così. Molti attori che devono girare scene senza vestiti utilizzano cover e protesi per nascondere le parti intime, ecco come funziona.

Seamus McGarvey è il direttore della fotografia di “50 sfumature di grigio” e recentemente ha dichiarato al New York Times: “Jamie Dornan aveva una cover per il suo pene. Dakota Johnson invece aveva una sorta di cerotto che ricopriva la zona del suo pube e dietro il suo corpo. Durante la post-produzione ci siamo ritrovati nella curiosa situazione di dover aggiungere dei peli pubici. Non lo definirei come uno dei punti più alti della mia carriera, ma è di certo estremamente surreale“.

Anche per le scene di nudo viste da dietro, Dakota Johnson ha avuto il supporto di una controfigura, che ha prestato il proprio sedere alla protagonista di “50 sfumature di grigio“. McGarvey racconta: “Avevamo una controfigura per il sedere di Dakota. Ho avuto il piacere di effettuare il casting di un sedere non tatuato. Scenario surreale numero 2.“.

Cessione Inter Suning

Inter ultimissime: sanzione UEFA in arrivo, rischia anche la Roma

Calciomercato Torino ultimissime: Bruno Peres nel mirino della Roma