in

51enne ha forti dolori allo stomaco: incredibile quel che hanno trovato i medici

Questa storia incredibile arriva da Tokyo, in Giappone. Un paziente di 51 anni arriva in ospedale
con sintomi di fatica cronica, con l’addome teso e dolori fortissimi. Gli viene subito fatta una radiografia: quel che i medici vedono è sconvolgente. L’uomo aveva circa duemila monete, equivalenti a otto chilogrammi di peso, tra stomaco e intestino. Il paziente giapponese, affetto da sindrome di Pica, un disturbo del comportamento alimentare caratterizzato proprio dalla compulsione a ingerire materiali non commestibili, avrebbe mangiato le monete negli ultimi 30 anni.

La sindrome di Pica, nota anche come picacismo e allotriofagia, porta il paziente a ingerire sabbia, carta, gesso, cotone, legno, insomma materiali di ogni tipo. È un fenomeno ravvisabile anche negli animali come ad esempio i cani e i gatti.

Il paziente giapponese è stato immediatamente trasferito in un centro chirurgico specializzato. Nello stomaco i chirurghi hanno asportato le 1.894 monete e hanno trovato un buco di 5 millimetri di diametro, provocato da esse. Fortunatamente, nonostante l’enorme quantità ingerita e nonostante il lungo periodo di permanenza nell’intestino e nello stomaco delle monete, i medici non hanno riscontrato alcun avvelenamento da metalli. L’operazione è andata bene e ora il 51enne è stato portato in un centro psichiatrico. L’uomo avrebbe alla spalle anche una brutta depressione e sarebbe risultato affetto da schizofrenia. A raccontare la vicenda è stato il medico Marc Gonzlan sul suo blog ‘Le Monde’ – ‘Réalités Biomédicales’. Il dottore ne aveva parlato già in un intervento presentato in una conferenza ad aprile dal titolo Acute Medicine & Surgery. Nel presente articolo è stato spiegato  che casi come quello del paziente 51enne sono spesso collegati a disturbi psichici e alimentari.

In passato sono stati documentati 6 casi simili di malattia di Pica, ma è la prima volta che si è verificata una perforazione gastrica. A colpire il lettore è naturalmente anche la quantità di monete ingerite: un vero record. Un paziente indiano era arrivato a inghiottire 7 kg di metallo, mentre un americano, nel 2008, aveva ingerito 600 monete.

 

 

 

 

 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Picchiata e violentata più volte dal marito, arruolato nell’Isis: «Mi costringeva a fare cose assurde!»

Reddito di cittadinanza 2019 durata: sarà per sempre? Le ultimissime