in

51enne ha forti dolori allo stomaco: incredibile quel che hanno trovato i medici

Questa storia incredibile arriva da Tokyo, in Giappone. Un paziente di 51 anni arriva in ospedale
con sintomi di fatica cronica, con l’addome teso e dolori fortissimi. Gli viene subito fatta una radiografia: quel che i medici vedono è sconvolgente. L’uomo aveva circa duemila monete, equivalenti a otto chilogrammi di peso, tra stomaco e intestino. Il paziente giapponese, affetto da sindrome di Pica, un disturbo del comportamento alimentare caratterizzato proprio dalla compulsione a ingerire materiali non commestibili, avrebbe mangiato le monete negli ultimi 30 anni.

La sindrome di Pica, nota anche come picacismo e allotriofagia, porta il paziente a ingerire sabbia, carta, gesso, cotone, legno, insomma materiali di ogni tipo. È un fenomeno ravvisabile anche negli animali come ad esempio i cani e i gatti.

Il paziente giapponese è stato immediatamente trasferito in un centro chirurgico specializzato. Nello stomaco i chirurghi hanno asportato le 1.894 monete e hanno trovato un buco di 5 millimetri di diametro, provocato da esse. Fortunatamente, nonostante l’enorme quantità ingerita e nonostante il lungo periodo di permanenza nell’intestino e nello stomaco delle monete, i medici non hanno riscontrato alcun avvelenamento da metalli. L’operazione è andata bene e ora il 51enne è stato portato in un centro psichiatrico. L’uomo avrebbe alla spalle anche una brutta depressione e sarebbe risultato affetto da schizofrenia. A raccontare la vicenda è stato il medico Marc Gonzlan sul suo blog ‘Le Monde’ – ‘Réalités Biomédicales’. Il dottore ne aveva parlato già in un intervento presentato in una conferenza ad aprile dal titolo Acute Medicine & Surgery. Nel presente articolo è stato spiegato  che casi come quello del paziente 51enne sono spesso collegati a disturbi psichici e alimentari.

In passato sono stati documentati 6 casi simili di malattia di Pica, ma è la prima volta che si è verificata una perforazione gastrica. A colpire il lettore è naturalmente anche la quantità di monete ingerite: un vero record. Un paziente indiano era arrivato a inghiottire 7 kg di metallo, mentre un americano, nel 2008, aveva ingerito 600 monete.

 

 

 

 

 

 

Picchiata e violentata più volte dal marito, arruolato nell’Isis: «Mi costringeva a fare cose assurde!»

Reddito di cittadinanza 2019 durata: sarà per sempre? Le ultimissime