in ,

6 motivi dietro le giornate storte dei nostri capelli!

Stasera hai il fatidico primo appuntamento che aspetti con ansia da mesi. L’outfit è già posizionato sul letto con tanto di accessori e pochette in coordinato e post-it annesso “Non toccare!” onde evitare che tua sorella venga a far shopping in camera tua. Le scarpe sono in pole position sull’uscio della porta. Unghie semigellate e ceretta party già portati a termine: sei più liscia del giorno in cui sei venuta al mondo! Bene. Eppure… Guarda caso, i tuoi capelli – che fino al giorno prima erano meravigliosamente splendenti in ogni immagine di te stessa riflessa sui finestrini delle macchine e le vetrine dei peggiori negozi in zona Paolo Sarpi – oggi fanno semplicemente ribrezzo! Per intenderci, un po’ un mix tra una scappata di casa, una gattara rinchiusa nel suo appartamento senza acqua da un mese ed una appena uscita da una settimana di convalescenza influenzale. Classico!

I giorni “sì” e quelli “no” non esistono mica solo per noi, amiche. Regnano sovrani anche – e non solo – per i nostri amati capelli! Anzi, vi dirò di più: quelli “no” non si limitano ad essere semplicemente “no”, ma… Drasticamente No! La mia amica farmacista ci è andata giù pesante la scorsa settimana:

Hai l’umore acciaccato? La tua autostima è andata in pensione? Sei insofferente? Cara, temo tu non stia tenendo aggiornato il diario dei tuoi capelli!

Il diario dei miei capelli??? Che diavolo sarà mai quest’ennesima caciottata del giorno?

A quanto pare, cara capello-amica, i giorni “no” della nostra affezionatissima chioma abbondano quando:

  • Hai lavato i capelli con l’acqua bollente… Male!!! Molto Male! Capisco che non sia troppo stimolante l’idea di abbandonarsi all’ultimo risciacquo con l’acqua gelida (ok i capelli belli, ma se poi dovete passare il resto della serata sul water anche no!)… Capisco! Se proprio non ce la fate, impostatela “fresca”: fatelo uno sforzo! Diciamo che funziona in maniera inversamente proporzionale, per intenderci: all’aumentare della temperatura dell’acqua, diminuisce la lucentezza dei vostri capelli. Pensate ai capelli delle ragazze al Polo Nord! O forse non c’entra… Avranno anche loro l’acqua calda in casa, no? Mah…
  • Continui a cambiare shampoo: se continui ad alterare l’equilibrio chimico dei tuoi capelli, tra un po’ ti ritrovi il cartello “chiusi per restauro”!
  • Stai mangiando schifezze. Dicono tutti che i capelli abbiano vita propria… No no: hanno la nostra! Della serie: una dieta a base di pizza, patatine fritte e aperitivi a go-go sono un cocktail mortale per la nostra povera chioma! Voci certe spifferano in giro che sia fondamentale sgranocchiare sempre un po’ di proteine e ferro. Da domani caricate il frigo di uova, banane, pesce e spinaci: nessuno accetterà un invito a cena ma avrete una testa da capogiro da sfoggiare nei migliori selfies casalinghi ;)
  • Forse necessiti di qualche lavaggio più frequente! Sì sì, so già cosa state pensando: “Dicono che lavare i capelli tutti i giorni faccia male”. Certo: il rischio dell’unto-bisunto, per assurdo, è dietro l’angolo. La cute si abitua ad esser lavata tutti i giorni e secerne sebo quotidianamente. La volta buona che interrompete il sistema e fate passare qualche giorno di troppo vi ritrovate l’olio extra vergine d’oliva in testa! Ora… Dipende dal vostro stile di vita e da una caterva di ulteriori fattori, quindi evitate di fare di tutta l’erba un fascio: se son sporchi, lavateli sti poveri capelli! A maggior ragione se vivete in una città carica di smog o andate in palestra tutti i giorni!
  • Vi rifiutate di dir addio alle doppie (triple, quadruple o famigliari) punte. Vi prego, fatela una buona azione: tagliatevi quei benedetti tronchi dell’infelicità!
  • Siete stressate! Lo stress è uno stronzo, c’è ben poco da aggiungere. In un modo o nell’altro tende sempre a renderci più brutte e associali: una meraviglia, insomma. Anche in questo caso, lo stress ha un forte impatto sui nostri ormoni che a loro volta condizionano i nostri capelli: avete mai giocato a “ce l’hai”? Ecco: un po’ una cosa di quel tipo! Ah, dimenticavo: manco a dirlo… Segnatevi col pennarellone rosso quei fatidici 5 – e forse più – giorni al mese e dite addio alle chiome fluenti! La settimana prima, già che ci siete, dateci dentro con doppia razione di shampoo o rischiate la sagra dell’unto in testa.

Ora, amiche… Questo è quel che son riuscita a scoprire sul tema “giorni no dei capelli”. Ovvio: i miracoli non li fa nessuno (tranne photoshop: lui sì che non ci delude mai e riesce sempre a farci sentire delle gnocche imperiali!) ma possiamo pur certo provare a diminuire il numero di giorni avversi ai nostri capelli, vi pare?

 

Pensioni 2017, età pensionabile Tito Boeri parla di controriforma

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità finanziata dal taglio delle pensioni d’oro? Torna il Piano di Tito Boeri

dieta autunno inverno, rimedi influenza naturali, influenza cosa mangiare, influenza autunno 2015,

Dieta autunno inverno: rimedi naturali contro l’influenza