in

7 capitali europee dove fare shopping: dalle griffe di Parigi ai prezzi corti di Dublino

Quale donna non vorrebbe poter riflettere nella propria cabina armadio, tra Jimmy Choo e Louboutin? Diciamo una gran parte, come molti uomini che non disdegnano affatto del sano shopping terapeutico, soprattutto in vacanza. Se avete in mente un viaggio in Europa e siete shopping victim, non potrete assolutamente perdervi le 7 capitali europee che vi proponiamo. Abbiamo pensato anche ai budget più bassi.

1) Parigi: la capitale europea della moda per eccellenza, vi attende tra le strade di una metropoli elegante, dalle grandi firme di Rue De Rivioli, Champs Elysées e Boulevard Haussmann , fino ai mercati delle pulci come quello di Saint-Ouen.

2) Londra: le griffe più note al mondo si trovano in Bond Street e Mayfair, ma se il vostro budget non è così alto, Carnaby Street sarà una chicca per voi.

3) Roma: dalle boutique che ruotano introno al Made in Italy, ai mercati, anche nella capitale italiana non mancano le grandi firme.

4) Dublino: TK Maxx è l’outlet ideale per chi vuole acquistare vestiti, accessori e scarpe di marca alla metà del prezzo. In Grafton Street vi brilleranno gli occhi di fronti ai costosissimi negozi, ma vi rifarete da Penny’s, con i prezzi che partono da pochi centesimi di euro.

5) Vienna: nei dintorni del centro storico e delle strade più famose, Kärntner Strasse, il Graben e il Kohlmarkt  si trovano le marche più costose.

6) Berlino: dalle boutique di alta moda, fino ai grandi magazzini distanti dal centro, le strade dello shopping della capitale tedesca sono principalmente Kurfürstendamm e Tauentzienstraße.

7) Madrid: in Spagna, tutti coloro che si riconoscono nella definizione di shopping victim non potranno fare a meno di andare in centro tra Puerta Del Sol e Plaza Major, oppure lungo la calle Serrano e calle José Ortega y Gasset.

Image credit: Shutterstock

Ramsey maledizione

Calcio, la maledizione di Ramsey colpisce ancora: è soltanto una coincidenza?

oscar 2016 candidati

Oscar 2016: tutte le nominations; grazie a Morricone, è 50 anni che salva la faccia all’Italia