in

I 7 presepi più belli d’Italia secondo Urban Viaggi

Natale fa rima con festa, famiglia, tradizione e naturalmente presepi. Se amate le raffigurazioni che riproducono la Natività, è arrivato il momento di organizzare un itinerario alla scoperta dei più bei presepi d’Italia: un viaggio che si snoda tra spiritualità e arte, facendo apprezzato soluzioni inaspettate e materiali inediti. Ecco sette tappe che secondo Urban Viaggi non bisogna perdere per nulla al mondo.

Il presepe luminoso di Manarola, nelle Cinque Terre. La storia di questo presepe affonda le origini nei primi anni Sessanta, quando il ferroviere Mario Andreoli decise di animare la collina delle Tre Croci con delle insegne religiose illuminate: da allora, ogni anno, lo stesso Andreoli ha arricchito la Natività di personaggi e strutture, realizzate con materiale di recupero. Come da tradizione, le luci dovrebbero illuminare il presepe l’8 dicembre, regalando uno spettacolo di rara bellezza.

I presepi di Poffabbro. In Friuli-Venezia Giulia, precisamente nel cuore delle prealpi Carniche, tappa d’obbligo è Poffabbro: anche quest’anno il borgo di Frisanco, in provincia di Pordenone, si appresta a trasformarsi in una incredibile mostra all’aperto dedicata alla Natività ospitando sulle finestre e nei cortili tantissimi presepi, di cui alcuni tradizionali e altri davvero curiosi. Tenete monitorato il portale del Comune per conoscere le date dell’esposizione.

Il presepe di Santa Cristina, in Val Gardena. Adorate le sculture in legno? Ogni anno, dal 1988,  gli artigiani bolzanini di Santa Cristina si incontrano per arricchire questo presepe fatto di opere uniche: si dice sia il più grande presepe in legno realizzato a mano.

SCOPRI TUTTE LE IDEE PER IL NATALE 2015 SU URBAN POST!

I presepi di sabbia a Rimini. Non avete ancora ammirato le natività di sabbia della Riviera romagnola? Anche quest’anno Rimini è pronta a sorprendere grandi e piccoli con le sue incredibili creazioni di sabbia, realizzate lavorando (solo con l’acqua) oltre 100 tonnellate di sabbia. Un percorso magico e suggestivo, frutto dell’ingegno e della passione di un team di artisti internazionale. Oltre al presepe in Largo Boscovich, che apre i battenti il 5 dicembre 2015, vi consigliamo di dirigervi verso Rimini Nord e visitare il presepe di sabbia di Torre Pedrera (bagno 65, inaugurazione l’8 dicembre) e gli “Angeli della Sabbia” di Igea Marina (bagni 78 e 78 bis, inaugurazione il 6 dicembre).

Il presepe vivente di Genga (Ancona). Nella gola di Frasassi ogni anno si svolge un presepe che vede la partecipazione di ben 300 figuranti: pastori, pescatori e contadini, ma anche esperti artigiani, dai cestai alle ricamatrici. Quest’anno le rappresentazioni sono in programma il 26 e il 27 dicembre.

– I presepi di Napoli. Voglia di ammirare delle creazioni artistiche di impareggiabile bellezza? Percorrete via San Gregorio Armeno, respirandone l’atmosfera magica e suggestiva.

Il presepe vivente di Matera. Anche quest’anno, dal 4 all’8 dicembre 2015, il borgo della Basilicata torna a fare da location a uno dei presepi viventi più grandi al mondo:talmente bello da commuovere. Sono previsti appuntamenti nel solo Sasso Caveoso anche nei weekend successivi: consultate il calendario completo sul portale ufficiale.

In apertura: il presepe di sabbia a Rimini – foto tratta dalla pagina Facebook “Presepi in Riviera”

Pensioni 2017, età pensionabile Tito Boeri parla di controriforma

Riforma pensioni 2016 ultime novità: lavoratori precoci rifiutano la proposta Boeri e reclamano la Quota 41

Consigli fantacalcio 9a giornata Serie A

Juventus News: Buffon, Mandzukic, Lichsteiner e Caceres a rischio per il Milan