in ,

7 settembre 1940: 75 anni fa nasceva Dario Argento, il maestro del thriller

Sono 75 le candeline per Dario Argento, il maestro del thriller, nato nel 1940 a Roma. Sarà qui, nella Capitale, che imparerà quello che sarà il suo mestiere. Fin dalla più tenera età frequenta le sale cinematografiche, imparando i primi trucchi del mestiere nel suo studio di Via Tritone. Figlio di un produttore cinematografico siciliano e di una fotografa brasiliana, Dario abbandona il liceo classico al secondo anno e fugge all’estero.

Non appena tornato in Italia intraprende la professione giornalistica, scrivendo per Paese Sera. Gli anni sono quelli delle contestazioni, periodo nel quale il futuro regista dà il via libera alle sue critiche, pubblicando articoli spesso controcorrente. Dal giornalismo al cinema la strada è però breve, se non brevissima. Alla fine degli anni 60 comincia a scrivere i primi film, tra cui  “Scusi, lei è favorevole o contrario?” e “Comandamenti per un gangster”. Il 69 è l’anno dell’esordio vero e proprio con la scrittura e la sceneggiatura di “L’uccello dalle piume di Cristallo”, che diviene un successo cinematografico. I suoi primi film, veri e propri thriller, sono caratterizzati da quel velo di suspense e paura tipici di quello che sarà il suo stile.

Inquietudine, paura, morte e poi fenomeni soprannaturali saranno i protagonisti dei suoi film in grado di stupire e spaventare lo spettatore. L’opera più significativa del regista è “Profondo rosso”, seguita da altre opere successive come “Suspiria”, “Inferno”,”Tenebre”,  “Phenomena” e “Opera”. Nel 93 è il momento di “Trauma”, “La Sindrome di Stendhal” del 1995 e “Il fantasma dell’Opera” del 1998. I suoi thriller, caratterizzati da elementi innovativi come il mondo del Fantastico, sono un punto di riferimento per il cinema di tutto il mondo.

De Rossi addio nazionale

Italia – Bulgaria 1-0 video gol, sintesi e highlights qualificazioni Euro 2016

Un Posto al Sole anticipazioni

Un Posto al Sole anticipazioni 7-9 Settembre 2015: il riscatto di Otello