in

8 marzo 2013: le donne entrano gratis nei musei

Ogni 8 marzo ricorre la giornata internazionale della donna, comunemente definita “festa della donna”. Quest’anno lo Stato vuole fare un regalo alle donne: per l’intera giornata le donne potranno entrare gratis nei siti culturali statali, come musei, siti archeologici e biblioteche statali. Tale progetto è stato avanzato dal MiBAC  (Ministero per i beni e le attività culturali), che ha affermato di volerlo dedicare alle donne così come l’arte ha sempre fatto, dedicando una posizione da protagonista alla donna.

musei

Per l’occasioni, molti musei hanno organizzato visite guidate, aperture straordinari ed eventi e visite guidate a tema. Del resto tale festività è in auge già dall’inizio del ‘900; in Italia si festeggia dal 1922, mentre negli Stati Uniti dal 1909, dato che gli Usa sono stata la prima nazione a festeggiare tale ricorrenza. La festa ricorda le conquiste sociali e politiche femminili, che a mano a mano sono aumentati sempre più.

Solo dopo la seconda guerra mondiale e,precisamente, dal 1946 la festa della donna è stata dichiarata ufficialmente e la sua ricorrenza è diventata una vera e propria prassi, portando con sè anche il famoso simbolo tipico di questa ricorrenza: la mimosa, che nasce proprio i primi giorni di marzo.

Eppure, anche quest’anno, c’è ben poco da festeggiare. Le violenze contro le donne  continuano ad aumentare e il vero regalo che lo Stato dovrebbe fare al  “gentil sesso” sarebbe quello di cercare nuove leggi più incisive, che mettano finalmente fine ai maltrattamenti verso le donne.

Seguici sul nostro canale Telegram

Ritono kakà al Milan Spot Elettorale

Calciomercato Real Madrid: Kakà obiettivo del Chelsea?

Pastiera Napoletana di riso