in

A Bologna oggi si vota per il referendum sulla scuola pubblica

La proposta di referendum sulla Scuola Pubblica di Bologna, promossa dal Nuovo Comitato Articolo 33, composto da 400 cittadini,  è stata depositata in Comune il 5 dicembre 2012  in seguito a una raccolta firme di 13500 cittadini, effettuata nei mesi precedenti, oltre il 50% in più del numero necessario di firme.

referdum scuola pubblica bologna

Secondo quanto riportato sul sito la richiesta del Comitato, era di svolgere il referendum in concomitanza con le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio ma non è stata accolta dal sindaco che invece ha deciso di organizzarla per la giornata di oggi.

Il referendum è volto a sopperire alla mancata possibilità per molti bambini di poter accedere alle scuole dell’infanzia pubblica, “a fronte di quasi 100 posti liberi nelle scuole private paritarie”, come riportato dai volantini informativi presenti nei vari esercizi pubblici di Bologna.

Chi è favorevole dovrà votare barrando A “Utilizzarle per le scuole comunali e statali” come risposta al quesito:

“Quale fra le seguenti proposte di utilizzo delle risorse finanziarie comunali che vengono erogate secondo il vigente sistema della convenzioni con le scuole d’infanzia paritarie a gestione privata ritieni più idonea per assicurare il diritto costituzionale all’istruzione delle bambine e dei bambini che domandano di accedere alla scuola dell’infanzia?”.

Tale referendum si basa, infatti, sull’articolo 33 della Costituzione: “La Repubblica istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole, senza oneri per lo stato” ed è mirato a votare a favore della scuola pubblica per tre motivazioni: assicurare a ogni bambino o bambina il diritto di accedere alla scuola pubblica; rispettare l’articolo 33 della Costituzione; far partecipare i cittadini perché attraverso il proprio voto possono esprimere la propria opinione favorevole o contraria in maniera democratica.

Tra i partner sostenitori del referendum oltre a diverse associazioni, il centro di ricerca don Milani; la radio Radio Città Fujiko e alcuni partiti politici come Il Movimento 5 Stelle, Sinistra Ecologia e Libertà, Verdi ecologisti e reti civiche.

moreno amici 2013

Anticipazioni Amici 2013: il volo di Moreno sul divano

Lettera anonima