in

A Livorno l’orrore è di casa col “FI-PI-LI Horror Festival 2013”

Infatti, per tutti quelli che ancora non lo sapessero, la deadline dei concorsi video e letterario relativi alla kermesse del terrore che si terrà alla fine di aprile in città (i cui bandi possono essere scaricati dal sito web ilteatrodellacipolla.it) è, appunto, il 25 marzo.

Sono già pervenuti alla segretaria del festival, per la soddisfazione degli organizzatori, decine di cortometraggi e racconti da tutto lo stivale: ma oltre la scadenza succitata non si potrà più partecipare, se non da spettatori, a questa orgia di sangue che si preannuncia eccezionale. Il cinema dell’orrore sbarcherà a Livorno grazie alla labronica “Il Teatro della Cipolla” – compagnia che realizza a livello regionale, ma anche nazionale, eventi culturali a tutto tondo – che ha contattato e coinvolto il fior fiore dell’autorevolezza del settore.

Faranno parte della giuria del concorso letterario lo scrittore Marco Malvaldi, autore dell’osannata “Trilogia del BarLume”, il cantautore Pierpaolo Capovilla del “Teatro degli Orrori”, il giornalista de “Il Tirreno” ed esperto di esoterismo Luciano Donzella e gli scrittori multiformi Valerio Nardoni, Simona Del Cittadino e Giovanna Maina.

Il concorso letterario è stato organizzato in tandem con la libreria e casa editrice Belforte, soggetto determinante di questa maratona del brivido e storico spazio culturale cittadino (tra l’altro, da Belforte si sta tuttora svolgendo il laboratorio di scrittura diretto da Francesco Mencacci, presidente del Teatro della Cipolla).

Circa la giuria del concorso video, tenetevi forte: approderanno in città i Manetti Bros, al secolo Marco e Antonio Manetti, coppia inossidabile e portabandiera del cinema italiano indipendente di genere; i giornalisti Filippo Mazzarella (“Ciak”, “Film TV”), Chiara Pani (“Nocturno Cinema”) e Valentina D’Amico (“Movieplayer”); l’attrice e regista Marianna Sgherri della compagnia teatrale “Mayor Von Frinzius”; e, infine, la leggenda del web Federico Frusciante, musicista affermato e cinefilo d’assalto.

E i premi? In palio 700 euro, tanti libri e due workshop (uno di regia e  uno di grafica). Gratuiti solo per i vincitori del concorso, i workshop saranno aperti a tutti, si terranno a settembre a Livorno e verranno diretti da un nome importante della produzione cinematografica della penisola.

Ma non è finita. Tra le tante iniziative previste all’interno della kermesse, verrà proiettato in anteprima “Tulpa” del regista, sceneggiatore e frontman dei “Tiromancino” Federico Zampaglione; si potrà gustare “Aglien”, parodia di “Alien” firmata dall’autore di Radio 101 e cartoonist di “Striscia la Notizia” Andrea Camerini; e sarà realizzato un omaggio agli acutissimi Licaoni, tra i primi al mondo per numero di visualizzazioni dei loro lavori su YouTube. Dulcis in fundo: salvo imprevisti, durante questa gran sagra della paura si materializzerà dagli inferi il nume tutelare del cinema horror italiano. Ebbene sì, avete capito bene: Dario Argento.

È d’obbligo sottolineare che questa no stop dello spavento, che sta per vedere la luce grazie alla collaborazione della libreria Belforte, al momento è completamente autofinanziata: perciò il Teatro della Cipolla sta cercando un partner, a cui verrà data la massima visibilità nel corso dei tanti appuntamenti previsti.

E va pure rimarcato che su YouTube è presente la video sigla “FI-PI-LI Horror Festival 2013”, diretta da Ciro Di Dato e Riccardo Perassi e interpretata da Serena Raglianti e Davide Gambarini, veterano di questo genere di produzioni e ottimo attore.
Per ulteriori info: 338-2678770 oppure 339-5781493 o ancora ilteatrodellacipolla@gmail.com.

Il Teatro della Cipolla: la scheda

Il Teatro della Cipolla è una compagnia teatrale livornese fondata da Francesco Mencacci, Alessio Porquier, Riccardo Perassi, Edoardo Bacchelli e Ciro Di Dato, attiva sul territorio dal 2008. Il nome singolare trae spunto sia da due spettacoli sull’amore messi in scena dalla compagnia nel 2010 e nel 2011 (“Scusa, mica hai mangiato la cipolla?” e “Scusa mica hai RI-mangiato la cipolla?”), sia, in senso metaforico, dalla cipolla stessa, le cui stratificazioni rappresentano i diversi piani artistici che caratterizzano la produzione del sodalizio. Infatti la compagnia realizza eventi culturali su tutta la linea, quali reading nelle librerie, laboratori e concorsi di scrittura, cabaret nei locali pubblici, spettacoli polisensoriali, aperitivi teatrali e rassegne cinematografiche dedicate all’horror. Presente anche su Facebook, il Teatro della Cipolla si avvale, tra gli altri, della collaborazione degli attori Walter Nenci e Serena Picchi.

Nella foto: un momento del backstage del film “Aglien” di Andrea Camerini

Seguici sul nostro canale Telegram

Malaria: calzini sporchi come repellente per le zanzare infette

Ancora un taglio al nostro rating per l’instabilità del governo