in ,

A me gli occhi: interventi chirurgici per cambiare il colore

Se gli occhi sono lo specchio dell’anima, cosa succederebbe se cambiassimo colore? E’ molto probabile che la BrightOcular, l’azienda leader di questo settore, non si sia posta questo tipo di domande. Così come i suoi pazienti.

iride

Se un tempo celebrità come David Bowie e Kate Borsworth, affette da quella che in linguaggio medico si chiama eterocromia, la caratteristica somatica di individui con un’iride di colore diversa dall’altra, risultavano ancora più affascinanti, oggi il parere è cambiato. Sempre più persone desiderano cambiare colore degli occhi e si rivolgo ai pochissimi chirurghi in grado di farlo, dislocati in Messico, Turchia, Libano e India, arrivando a sborsare fino a 6,000 euro. Oltre al colore – dai classici azzurro o marrone fino ad arrivare al grigio fumo e al verde oliva – si può addirittura scegliere quale disegno avere nell’iride.

Non tutti però possono sottoporsi all’intervento. Prima dell’operazione è necessario un approfondito check up dell’occhio, per determinare la pressione e il numero delle cellule endoteliali presenti. Segue poi un attento studio della retina. Il paziente deve inoltre tenere a mente che l’intervento è definitivo e la possibilità di tornare al colore originario richiede un’ulteriore operazione. Non sono mancate le polemiche. I paesi in cui è possibile sottoporsi al “Brightocular Iris Implant” non avrebbero ancora ricevuto il permesso da parte della autorità sanitarie. I medici, inoltre, sconsigliano vivamente di effettuare interventi non strettamente necessari, per evitare rischio di complicazioni.

(foto: orangeacid @flickr.com)

Seguici sul nostro canale Telegram

amichevole inter

Inter, ecco chi lascerà la Pinetina a gennaio

Anticipazioni Centovetrine martedì 8 ottobre: Leo rivela a Carol il suo segreto