in

A New York i manichini troppo osè

Sicuramente l’obiettivo è stato raggiunto. Centinaia di persone si sono fermate per riderci, per scattare foto o anche per scuotere la testa indignati.
Si tratta infatti di manichini che lasciano intravedere molto, soprattutto i peli pubici. L’azienda era già stata accusata nel passato di aver condotto campagne di marketing sessiste e razziste.
I manager di American Apparel hanno però sottolineato che si tratta solo di celebrare la “Bellezza al Naturale”; in prossimità dell’avvicinarsi di San Valentino.

I manichini pelosi, sono solo in quel negozio e non ci sono piani di estendere l’iniziativa ad altri punti vendita. Di fatto l’evento virale è stato ottenuto alla grande, soprattutto sul web dove le foto viaggiano veloci e la curiosità cresce.

Molti passanti, intervistati, si sono detti impressionati positivamente dall’iniziativa. Dopo tutto quei peli che si intravedono sotto le mutande sono realistici e non offensivi, specie perchè in tanti decidono di non depilarsi.

C’è anche però chi ha espresso sdegno per un modo disgustoso di attrarre l’attenzione. Per altri, sfruttare l’intimità del corpo umano è infatti un brutto modo di veicolare un messaggio pubblicitario.
Voi che ne pensate?

manichini2

manichini3

Start Upper ed esperto di imprese tecnologiche, 42 anni, laurea e master ottenuto in Gran Bretagna. Vive a Livorno ma viaggia spesso tra Milano e Torino.

Madonna scrive “negro” su Instagram e poi si scusa

Il bacio