in

Abbronzatura eccessiva: troppi i rischi per la salute

Ogni anno sentiamo sempre le stesse raccomandazioni per l’estate: usare una crema protettiva che filtri i raggi UV, evitare l’esposizione nelle ore più calde della giornata, bere molta acqua e seguire una dieta ricca di frutta e verdura.

Gran parte dei giovani, però, ignora questi consigli e decide di esporsi ai raggi solari in maniera scorretta, senza neppur conoscere i rischi derivanti da un’eccessiva e prolungata esposizione al sole. Secondo uno studio  realizzato da Giuseppe Monfrecola, Direttore della Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia e dalla dott.ssa Gabriella Fabbrocini, docente di dermatologia e venereologia presso l’Università di Napoli Federico II, che ha indagato su191 studenti di un liceo di Napoli di età compresa tra i 16 e 19 anni, ben il 17% di essi non ritiene dannosa l’esposizione al sole, mentre il 35 % non è per nulla a conoscenza dei rischi legati all’uso di lettini solari.abbronzatura

Un dato allarmante, soprattutto considerando l’aumento negli ultimi anni dei casi di cancro alla pelle; la frenesia di mostrare da subito un corpo abbronzato comporta il rischio di incorrere in serie e pericolose malattie. Eppure basterebbero alcune semplici ed essenziali precauzioni da adottare: preparare la pelle con degli scrub esfolianti che elimino le cellule morte, esporsi gradualmente al sole, evitando le ore più calde della giornata, utilizzare sempre una protezione solare adatta al proprio fototipo che filtri i raggi più dannosi, aiutarsi con un’alimentazione ricca di frutta e verdura contenente betacarotene e antiossidanti (le carnagioni più chiare e sensibili possono assumere in aggiunta anche integratori),  infine idratare la pelle dopo l’esposizione per evitare l’invecchiamento cutaneo.

Pannolino hi-tech: segnala il momento del cambio e controlla le urine

Equitalia: pagamenti online, utilizzati da 650mila persone ogni mese