in

Abbronzatura spray: tintarella senza l’esposizione a raggi UV

Pochi minuti, semplici gesti, zero danni per la pelle ed avrete una pelle abbronzata. Dopo il clamoroso successo ottenuto negli Stati Uniti, prende sempre più piede anche in Italia la pratica dell’abbronzatura spray.

Mediante la nebulizzazione di un cosmetico a base di DHA (sigla in codice del diidrossiacetone), un estratto naturale a base di canna da zucchero, si potrà ottenere un colorito intenso e luminoso, senza esporsi ai raggi ultravioletti, come fosse un trucco semipermanente. Infatti il risultato durerà dai 4 ai 5 giorni, per poi schiarirsi e svanire completamente a seguito dei ricambio cellulare della superficie dell’epidermide. Tuttavia, essendo un trattamento del tutto naturale, atossico ed anallergico, si potrà ripeterlo più volte nel corso di una settimana, senza alcun tipo di danno per la salute, anche sulle pelli più sensibili.

come abbronzarsi

Il trattamento ha un costo accessibile per tutti, intorno ai 20 euro circa, ma è bene ricordare che esso non protegge dai raggi solari e non sostituisce pertanto le creme protettive dai raggi UVA e UVB, che dunque dovranno sempre essere applicate in caso di esposizione al sole. Ma sicuramente l’abbronzatura spray risulta essere un valido alleato per le donne, ed un eccellente rimedio last-minute in tutte quelle grandi occasioni (pensiamo ai matrimoni, cerimonie, feste) in cui desideriamo mostrare un colorito sano e luminoso, come appena rientrate dalle vacanze. 

 

Mandela Long Walk to Freedom

Grande attesa per il film “Mandela: Long Walk to Freedom”

Cgia: un’impresa su tre chiude i battenti, per colpa dello stato