in

Abitudini sbagliate: lavare pollo e uova fa male

Tra le abitudini più diffuse per chi sta dietro ai fornelli vi è quella di lavare bene i cibi prima della cottura. Abitudine ottima per alcuni alimenti ma sbagliatissima per altri, come il pollo e le uova. Secondo il monito della Food Standards Agency, lavare il pollo e le uova prima di sottoporli a cottura non allontanerebbe eventuali batteri, come è convinzione comune, ma non farebbe altro che distribuirli per mezzo dell’acqua.

pollo insalata

Il rischio che si corre seguendo questa cattiva abitudine è quello che i batteri presenti sulla superficie di tali alimenti si spargano negli utensili intorno, contagiando anche altri cibi con i quali tali attrezzi vengono a contatto. Dunque, non soltanto l’acqua non elimina i batteri, ma li diffonde anche altrove. Basta soltanto trattare pollo e uova con le giuste temperature: cuocete sempre tali alimenti, sia nel forno sia nella padella ad alta cottura, ad elevate temperature per eliminare davvero eventuali batteri.

La Food Standards Agency ha rilevato che il batterio più diffuso è il Campylobacter ed esso è la causa di ben 280mila casi di contagio all’anno in Gran Bretagna. Ben 4 casi su 5 derivano dallo scorretto trattamento del pollo. In particolare, il batterio Campylobacter è noto per determinare vomito, diarrea, colon irritabile, febbre, ed addirittura per intaccare il sistema nervoso.

Written by Rosaria Cucinella

Nata nella ridente Sicilia, 21 anni e tanta passione per la scrittura ed il giornalismo online. Amo la cucina, la primavera, i red carpet della gente famosa e i film d'azione. Mi piace la moda ma paradossalmente non amo seguirla: la lunaticità comanda anche il mio stile...

Sara Tommasi profilo

Sara Tommasi rivelazioni piccanti: “Sesso con Berlusconi, qualcosa con Balotelli”

Gianluigi Nuzzi facebook19

Anticipazioni “Segreti e delitti” 20 giugno: gli aggiornamenti sull’arresto del presunto assassino di Yara Gambirasio e la testimonianza di Valentina Pitzalis