in

Accadde oggi 28 gennaio: viene registrata “We are the world”

Per sostenere paesi africani in grande difficoltà, come l’Etiopia e il Sudan, all’inizio degli anni ’80 il musicista ed attore Harry Belafonte ebbe l’idea di realizzare un brano simile all’inno natalizio “Do they know it’s Christmas” dei Band Aid, con il medesimo scopo benefico. L’idea andò in porto già nel 1984, anno in cui Quincy Jones fu contattato per produrre e incidere il brano, scritto da Lionel Richie e Michael Jackson.

Filantropo e grande sostenitore delle persone in difficoltà, il leader dei The Jackson 5 risultò l’artista perfetto per questo difficile compito. Dopo gli iniziali insuccessi e la preoccupazione di Quincy Jones, una sera Michael Jackson si barricò nel suo studio di Hayvenhurst e registrò da solo ritornello, piano, batteria e archi di “We are the world”La sera del 28 gennaio 1985 alcuni tra i più grandi ed acclamati artisti del panorama musicale internazionale, tra cui Paul Simon, Billy Joel, Bruce Springsteen, Ray Charles, Bob Dylan e Stevie Wonder, si riunirono all’A&M Studios in Los Angeles per incidere la canzone, che entrò nell’immaginario comune per il suo messaggio di fratellanza e speranza

Fu possibile riunione, una sola sera, tanti grandi artisti grazie all’American Music Awards, che aveva per l’appunto richiamato le accaldatissime star da ogni parte dell’America. “We Are the World” fu pubblicata il 7 marzo 1985 in 800.000 copie, subito esaurite e in oltre 30 anni il singolo ha venduto 20 milioni di copie. Il ricavato totale supera i 60 milioni di dollari, tutti ovviamente donati all’Africa.

programma Carnevale Palmese 2016

Carnevale Palmese 2016: Quadriglie e programma, ospiti Federica Panicucci e Francesco Facchinetti

Klay Thompson Golden State Warriors

Nba news, risultati e highlights della notte: Love lancia i Cavaliers, Thompson da capogiro