in ,

Accadde oggi: il 4 Ottobre 1669 moriva il maestro dell’età dell’oro olandese

Per la nostra rubrica Urban Memories ricordiamo oggi, 4 Ottobre, l’anniversario della morte del pittore Rembrandt Harmenszoon van Rijn: l’artista, morto nel 1669 e universalmente conosciuto solamente come “Rembrandt”, è considerato il maestro di quello che viene chiamata età dell’oro olandese.

Un fiorire di commerci, studi scientifici e arti: è questo quello che viene chiamato secolo d’oro olandese, un periodo della storia olandese – corrispondente circa al XVII secolo – durante il quale il Paese fiammingo divenne un riferimento per buona parte dell’Europa. E’ in questo fiorire di saperi e conoscenza che nasce e si sviluppa la conoscenza artistica di Rembrandt: celebre sin da giovane per i suoi ritratti, il pittore olandese diviene ben presto maestro dei più grandi artisti fiamminghi. Nato nel 1606 a Leida, Rembrandt – a differenza di molti – divenne celebre già in gioventù per la sua innata capacità di dipingere ritratti dei suoi contemporanei: la sua arte, come spesso accade, venne però caratterizzata da periodi ben distinti tra loro per le tematiche e lo stile utilizzato, passò infatti dal dipingere quasi esclusivamente ritratti e autoritratti a rappresentare con maestria scene tratte dalla Bibbia o dalla mitologia.

La produzione artistica di Rembrandt – che si stima essere di oltre 600 dipinti, quasi 400 incisioni e circa 2.000 disegni – ha come denominatore comune la perfetta armonia tra la tecnica e la spiritualità data dalla conoscenza e dal volere rappresentare qualcosa di ben preciso, quello che lui ha definito comeIl movimento più grande e naturale. In tutte le sue opere, infatti, è impossibile non cogliere la maestria con cui utilizzava la tecnica pittorica ma anche le sue conoscenze storico-religiose, fuse tra loro in modo da creare un perfetto equilibrio. Concludiamo questo tributo a Rembrandt con una curiosità: in molte sue opere a tema mitologico, biblico o storico è possibile individuare nei volti dei personaggi rappresentati quelli dei suoi parenti più stretti, dalla moglie Saskia al figlio Titus.

(Foto: Wikimedia.org)

Striscia la notizia tapiro ad Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro rifiuta il Tapiro d’oro di Striscia la Notizia: non rilasciando alcuna dichiarazione

Roma, Fiumicino: 11enne annega nel fiume, molti i punti oscuri