in ,

Acciuffato in Francia il serial killer Gagliano

Mezza Italia è restata con il fiato sospeso, dopo che nei giorni scorsi il pluriomicida Bartolomeo Gagliano era fuggito dal carcere di Genova dopo un permesso premio, per poter andare a trovare la madre.

Hanno arrestato l’evaso di Genova. Evviva! È un regalo di Natale“, comunica, felice, il Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri. Il fuggitivo è stato stato bloccato a Mentone, a qualche chilometro dal confine italo-francese di Ventimiglia, dopo numerose segnalazioni, discordanti, che lo avevano visto circolare in varie regioni d’Italia, sulla macchina rubata ad un panettiere.

Genova - marassi

Non se la passerà bene, invece, Salvatore Mazzeo, il direttore del carcere di Marassi, che aveva autorizzato il permesso premio a Gagliano, nonostante i suoi precedenti di evasione, costati la morte ad alcune vittime casuali, incontrate lungo la sua fuga. Sembra che il Dipartimento di Amministrazione penitenziaria stia dando disposizioni per il trasferimento del direttore del carcere genovese presso il Provveditorato regionale ligure dell’Amministrazione Penitenziaria.

Il direttore si è sempre difeso, dichiarando che sulla cartella del detenuto non erano stati riportati tutti i crimini e che, in ogni caso, i permessi premio sono parte essenziale della reintegrazione nella società  di un detenuto che, tra un anno avrebbe finito di scontare la pena.

Nato lo stesso anno in cui l'uomo sbarcò sulla Luna, l'autore ha intrapreso, all'inizio della propria adolescenza, gli studi scientifici, conseguendone la maturità verso la fine degli anni '80. Da oltre 20 anni ha incominciato a lavorare nel campo dell'ICT, senza trascurare il proprio impegno in diverse attività sociali (in Croce Rossa, presso la Mensa don Tonino Bello e come educatore in Azione Cattolica).

Andrea Pirlo

Calciomercato Milan: il possibile ed auspicabile ritorno di Pirlo

mensa scolastica

Pasta con i vermi in una scuola di Milano, è scandalo